Ultimo aggiornamento  28 gennaio 2023 05:09

Che fine hanno fatto le bici rosse di Uber?

Elisa Malomo ·

L'arrivo sulle strade italiane delle nuove soluzioni di micromobilità fra cui i monopattini elettrici ha fatto balzare agli occhi l'assenza delle biciclette rosse a pedalata assistita Uber Jump, presentate lo scorso ottobre a Roma e utilizzate anche in altre città per il servizio di bike sharing. Che fine hanno fatto?

"Come annunciato il mese scorso - fa sapere l'azienda californiana in una recente nota - Lime ha acquisito le operazioni commerciali e l'hardware di Jump. Sebbene l'accordo non sia ancora concluso in Europa, abbiamo spostato la maggior parte delle biciclette nei nostri magazzini in preparazione della consegna delle operazioni a Lime".

Lime, azienda statunitense leader di mezzi alternativi a zero emissioni, ha infatti raccolto finanziamenti per 170 milioni di dollari da società esterne fra cui la stessa Uber, nonché uno dei principali investitori, insieme ad Alphabet, Bain Capital Ventures e GV. Secondo l'accordo, la sussidiaria di micromobilità Jump sarà ceduta a Lime ma al momento ancora non è chiaro se i due servizi resteranno entrambi attivi o se saranno integrati in un'unica app.  

Il piano italiano di Uber

L'operazione fa parte di un piano di ristrutturazione post covid-19 in cui Uber intende concentrarsi sulle sue attività principali. L'azienda, infatti, ha subito un crollo della domanda dell'80% a cui ha risposto con un licenziamento di ben 3.700 dipendenti.

“La nostra visione per l’Italia – si legge sul blog aziendale - è di diventare una vera e propria piattaforma di mobilità che includa diverse alternative di trasporto dagli Ncc ai taxi, dalle biciclette elettriche ai monopattini fino alla possibilità di includere nella pianificazione di viaggio anche il trasporto pubblico locale".

“Entro la fine dell’anno – continua il comunicato - lanceremo il servizio Uber Taxi a Napoli, già attivo dal 2018 a Torino, ed estenderemo il servizio Uber Black in altre 2 città italiane oltre a Milano e Roma. In questo modo saremo presenti, entro la fine del 2020, in 6 città italiane, permettendo così a circa 11 milioni di persone (ovvero circa il 20% della popolazione italiana) di avere la possibilità di accedere alla app Uber e ai suoi servizi”.

Tag

Bike Sharing  · Jump  · Lime  · Uber Jump  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

L'azienda francese di scooter sharing chiude l'attività a Roma dall'1 settembre. Emergenza sanitaria e concorrenza tra le cause: "Domanda più dinamica altrove"

· di Marina Fanara

Per supportare lo sviluppo di modalità di spostamento sostenibili, l'associazione dei Comuni chiede nuove regole per aumentare la sicurezza stradale

· di Francesco Giannini

Il colosso Usa del car sharing inaugura anche a Berlino la formula di e-bikes in condivisione. Presto in funzione il servizio con auto 100% a zero emissioni