Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2020 23:47

Ford GT40 rivive sui social.

Elisa Malomo ·

Ford Performance, la divisione del marchio di Detroit dedicata alle alte prestazioni, ha pubblicato su Twitter i primi bozzetti risalenti al giugno 1963 di quella che, di lì a poco, sarebbe diventata una delle vetture più celebri nella storia delle competizioni, la Ford GT40. Sempre sulla pagina social, è stata svelata anche la foto del modello in argilla realizzato solo una settimana dopo i disegni.

Il materiale riportato alla luce dagli archivisti Ford consiste in quattro schizzi, tre rappresentano il design degli esterni a cui si ispirò l'auto da corsa definitiva, mentre il quarto mostra gli elementi del telaio, le sospensioni anteriori e posteriori, il motore, la batteria e persino la ruota di scorta.

Rispetto alla vettura che anni dopo avrebbe sfrecciato sui più importanti tracciati mondiali, le differenze sono evidenti. I disegni dell'auto mostrano infatti una forte somiglianza con le sportive europee a motore centrale degli anni '60 e '70: le linee sono appuntite nella parte anteriore e si aprono fino alla coda con l'obiettivo di ottenere una buona capacità aerodinamica. Due fari a scomparsa dominano il frontale. A colpo d'occhio ricordano le forme della Lancia Stratos disegnata da Marcello Gandini che vide la luce solo dieci anni più tardi. 

Nata per vincere

In molti conoscono la storia dell'auto da corsa, resa nota grazie anche alla pellicola cinematografica “Le Mans '66 – La grande sfida” (2019): il progetto nasce per volere del presidente Henry Ford II con l'obiettivo di contrastare il successo nelle competizioni della Ferrari e prende ufficialmente forma nel 1962 dopo la mancata acquisizione della scuderia di Maranello da parte dell'azienda statunitense.

La vettura, che uscirà un anno dopo dalla Ford, non solo avrebbe imposto una battuta d'arresto alle vittorie della Rossa, ma avrebbe anche dominato la 12 ore di Sebring, la 24 ore di Daytona e, per quattro anni consecutivi ('66-'69) la 24 Ore di Le Mans.

Tag

24 ore Le Mans  · Ford  · Ford Gt40  · Henry Ford  · 

Ti potrebbe interessare