Ultimo aggiornamento  31 ottobre 2020 23:44

C'è un'Europa che chiede più idrogeno.

Angelo Berchicci ·

Sette paesi europei chiedono all’Unione più impegno sul fronte dell’idrogeno. Su iniziativa della Germania, alcuni stati membri (Francia, Austria, Olanda, Lussemburgo e Belgio) più la Svizzera hanno redatto una lettera in cui invitano la Commissione europea a mettere a punto una strategia per lo sviluppo dell’idrogeno come fonte energetica del futuro. Assente l'Italia, ed è politicamente un vero peccato.

La Commissione invitata a presentare proposte

Come riferisce la testata Automobilwoche, il documento è stato inviato a Bruxelles questa mattina, subito prima della video-conferenza tra i ministri europei dell’Ambiente, e ha ricevuto il supporto anche di Paesi non firmatari, come la Bulgaria e il Portogallo. La dichiarazione pone l’accento sul fatto che l’idrogeno, soprattutto quello prodotto tramite tecniche pulite e fonti rinnovabili, può avere un ruolo fondamentale nell’abbattere le emissioni medie di CO2 e nel raggiungere gli obiettivi ambientali che l’Ue si è prefissata.

Nello specifico i sette Paesi firmatari hanno chiesto alla Commissione di definire una road map con le principali tappe fino al 2030, e di elaborare quanto prima alcune proposte legislative per incrementare il ruolo dell’idrogeno nel mix energetico europeo. Provvedimenti non rivolti esclusivamente all’autotrazione, ma in generale all’impiego dell’idrogeno nei settori più inquinanti, come l’industria pesante e i trasporti aerei.

La Germania guarda all'idrogeno

A promuovere l’iniziativa è stato uno dei Paesi più sensibili al tema, ovvero la Germania, che la scorsa settimana ha presentato la sua strategia nazionale per l’idrogeno, con l’obiettivo di arrivare ad avere entro il 2030 almeno 5 Gigawatt di energia elettrica prodotta tramite l’idrogeno “green”, ovvero che sfrutta fonti rinnovabili, in modo da compensare l’addio al nucleare previsto entro il 2022.

All'interno del pacchetto di stimolo per l'economia da 130 miliardi di euro, sono 7 i miliardi di euro stanziati dal governo di Angela Merkel per lo sviluppo delle necessarie infrastrutture e per incentivare le aziende alla transizione energetica, a cui si aggiungono altri 2 miliardi per stringere partnership a livello internazionale.

L'anello mancante nella transizione energetica

Lo scorso novembre le infrastrutture per la produzione e distribuzione dell’idrogeno sono state inserite nel novero dei progetti di interesse comunitario. In quest’occasione il consigliere scientifico della Commissione Tudor Constantinescu ha definito l’idrogeno “l’anello mancante nella transizione energetica”, in quanto può aiutare la decarbonizzazione in quei campi industriali ad alta intensità di energia dove la semplice elettrificazione non è sufficiente, come il chimico, il siderurgico, ma anche nei settori estrattivi.

Lo sviluppo di un ecosistema all’idrogeno è un punto centrale della “Nuova strategia industriale” varata lo scorso 10 marzo dalla presidente della Commissione Ursula Von der Leyen, un piano che mira a rendere l’Europa il primo continente “carbon-neutral” (a impatto zero di carbonio) entro il 2050. In quest’ottica Bruxelles ha annunciato la creazione di un consorzio chiamato Alleanza Europea per l’Idrogeno, simile a quello messo a punto per le batterie, che unisce oltre 200 soggetti tra aziende, governi, centri di ricerca e organizzazioni.  

Tag

Commissione europea  · Germania  · Idrogeno  · Unione europea  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Presso il famoso tracciato è stata inaugurata una stazione di rifornimento per veicoli a celle a combustibile. Nel 2024 anche la 24 Ore si aprirà ai prototipi "green"

· di Angelo Berchicci

Il governo tedesco ha presentato la sua strategia per la produzione di energia elettrica pulita. 7 miliardi di euro per fonti rinnovabili e sistemi di elettrolisi

· di Massimo Carati

Ambiente in primo piano nella proposta di Recovery Fund della presidente della Commissione europea. Risorse per rifornimento e veicoli. Investimenti anche sull'elettrico