Ultimo aggiornamento  05 agosto 2020 22:14

Fine lockdown, incidenti quasi triplicati.

Marina Fanara ·

La fine del lockdown e la ripresa degli spostamenti fra regioni hanno portato purtroppo anche a un aumento degli incidenti stradali. Lo documentano i dati della Polizia stradale: se nell'ultimo mese di stop (dal 7 aprile al 4 maggio scorso) gli incidenti sono stati 460 con 99 feriti e 4 morti, dal 4 maggio fino al 7 giugno, dato i sinistri sono praticamente triplicati: 1441, i feriti sono aumentati di oltre quattro volte (453) e i morti sono saliti a 13.

Non siamo ai numeri dello stesso periodo dell''anno scorso (oltre 2.900 sinistri, 1.200 feriti e circa 40 morti), ma fa riflettere il fatto che si continua a morire sulle strade per cause legate alla mancanza di rispetto delle regole del codice della strada e per disattenzione. 

Incidenti mortali ad Arezzo, nel bolognese e a Roma

Preoccupano molto gli ultimi fatti di cronaca, come il drammatico incidente avvenuto il 5 giugno scorso (dopo due giorni dal via libera del governo agli spostamenti tra regioni) sull'A1, all'altezza di Arezzo: 4 i morti (tra cui due bambini, di cui uno di appena 8 mesi) e tre i feriti, tutti appartenenti allo stesso nucleo familiare, in viaggio dalla Slovenia a Napoli. Sulle cause indagano gli inquirenti, ma dai primi rilievi sembrerebbero riconducibili a distrazione, eccessiva stanchezza o un colpo di sonno del conducente (risultato negativo ai test di alcol e droga).

Sabato scorso 6 giugno nel bolognese c'è stato uno scontro frontale tra due auto i cui hanno perso la vita 4 persone tra cui una bambina di 9 anni. E appena due giorni dopo, lunedì 8 giugno a Roma, un nuovo dramma: un ragazzo non ancora quindicenne è stato investito mortalmente sulle strisce pedonali da un'auto guidata da un altro giovane, di 5 anni più grande di lui che guidava a velocità sostenuta dopo aver bevuto oltre il consentito e aver assunto cannabis. 

Tag

Alcol  · Droga  · Incidente  · Incidenti  · Incidenti stradali  · Lockdown  · Polizia stradale  · 

Ti potrebbe interessare