Ultimo aggiornamento  05 agosto 2020 21:44

Bentley, 1.000 licenziamenti nel Regno Unito.

Colin Frisell ·

LONDRA - La crisi del settore auto in Gran Bretagna – acuita dalle conseguenze della pandemia di coronavirus – continua a colpire l’occupazione. Il costruttore di lusso Bentley – che fa parte del gruppo Volkswagen – annuncia il taglio di oltre 1.000 posti di lavoro, concentrati soprattutto nella storica fabbrica di Crewe, nel nord dell'Inghilterra.

A maggio Bentley ha venduto solo 34 vetture, contro la 157 dello stesse mese del 2019, con un calo del 78,3%.

Nel riportare la notizia, la Bbc ha anche detto che i vertici dell’azienda fondata nel 1919 offriranno ai dipendenti la possibilità di optare per forme volontarie di pre-pensionamento, così da ridurre al minimo l’effetto della operazione sul tessuto sociale.

Situazione complessa 

La situazione generale del comparto automotive nel Regno Unito è molto difficile. Un altro grande nome, Aston Martin, alle prese con una profondissima crisi, ha annunciato il licenziamento di altri 500 dipendenti “per allineare i costi  ai nuovi livelli produttivi più bassi”, hanno spiegato dalla sede di Gaydon.

1.500 (sugli 8mila totali) sono invece i dipendenti lasciati a casa da Lookers, una rete privata di concessionari con oltre 150 punti vendita nel Paese che ha appena annunciato l’intenzione di chiuderne altri 12, dopo la quindicina che hanno serrato i battenti all’inizio dell’anno. “La nostra decisione – ha detto alla Bbc il ceo di Lookers Mark Raban – è stata forzata dalla necessità di rendere più sostenibile il futuro”. I concessionari hanno ripreso la loro attività a partire dal 1 giugno, dopo tre mesi di chiusura forzata a causa del coronavirus.

In Gran Bretagna i dati di vendita delle auto nell’ultimo mese sono precipitati – rispetto allo stesso periodo del 2019 – dell’89%, con soltanto 20.247 immatricolazioni, il peggior maggio dal 1952. Nei primi 5 mesi dell’anno il calo complessivo delle immatricolazioni è stato del 51,4%. 

Tag

Aston Martin  · Bentley  · coronavirus  · Lookers  · Regno Unito  · 

Ti potrebbe interessare

· di Colin Frisell

La richiesta dei costruttori al governo è di un piano da 1,5 miliardi di sterline (circa 1,7 miliardi di euro) per l’acquisto anche di benzina e diesel. A maggio vendute solo...

· di Paolo Odinzov

Il ceo Adrian Hallmark conferma l'uscita di scena della quattro porte Mulsanne. Sarà sostituita da un modello a ruote alte, probabilmente ibrido plug-in