Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2022 19:42

Pesaro, spazi sicuri nel dopo lockdown.

Marina Fanara ·

"Pesaro spazio sicuro": è il biglietto da visita della città marchigiana per il dopo lockdown. Una città che da anni si batte sul fronte della mobilità sostenibile. Fiore all'occhiello è la bicipolitana: 180 chilometri ci ciclabili in rete, di cui la metà  già disponibili. Il sindaco Matteo Ricci ci spiega che "è proprio continuando sulla scia di quanto già avviato che stiamo costruendo il nostro nuovo modello di città per consentire a cittadini e turisti di vivere in una realtà accogliente e sicura che non vuol dire solo mare ma anche parchi e spazi verdi di cui è ricco il nostro territorio, hinterland compreso". Una città sicura innanzitutto negli spostamenti, ci tiene a sottolineare il sindaco.

E-bike, "mezzo ideale"

"Stiamo solo continuando il progetto già avviato anni fa, che abbiamo proseguito con costanza e puntualità anche in piena emergenza", sottolinea Ricci, "ormai ci stiamo concentrando su tre settori d'intervento: mobilità elettrica, infrastrutture, aree sicure e protette per gli utenti più  deboli". L'obiettivo principale è rafforzare ulteriormente l'utilizzo della bici che garantisce il distanziamento sociale tanto più adesso che il trasporto pubblico ha ridotto la sua capacità. "La bici a pedalata assistita è il mezzo ideale in questo momento: garantisce il distanziamento sociale, non inquina e rispetto a una due ruote tradizionale permette di  percorrere tratte più lunghe faticando meno anche su terreni poco pianeggianti".

Monopattini, la nuova frontiera

Quanto ai monopattini, "è un altro cavallo di battaglia, con questi dispositivi contiamo di attrarre un pubblico più giovane che altrimenti userebbe l'auto, per questo abbiamo già avviato lo sharing: 200 mezzi al momento, ma l'americana Bird, gestore del servizio, presto amplierà la flotta mentre l'Amministrazione sta per emanare un nuovo bando per individuare un secondo operatore di bike sharing da affiancare a Mobike che già da tempo ha in mano le bici a noleggio". Poi c'è il capitolo auto elettriche: "Nessuna preclusione", sottolinea il sindaco, "anzi noi speriamo in uno sviluppo dei veicoli a batteria e per questo chiediamo un impegno ai costruttori affinché producano più modelli abbassando i prezzi che ancora non sono alla portata della maggior parte degli italiani. Detto questo, non può passare l'idea che l'auto di proprietà sia, soprattutto ora, il mezzo più sicuro contro il virus. Questo è il momento di cambiare radicalmente posizione, con il Covid lo spazio è ancora più prezioso di prima, specie in ambito urbano, dove è particolarmente carente: non possiamo rischiare un'occupazione incontrollata di automobili".

Navette per le spiagge

E qui entrano in gioco le nuove infrastrutture: "Completata la porzione portante della bicipolitana, dove possono circolare in piena sicurezza anche i nuovi dispositivi per la micromobilità elettrica,", dice Matteo Ricci, "ora stiamo costruendo i collegamenti verso i quartieri periferici. Inoltre stiamo realizzando due nuove aree pedonali mentre il lungomare a partire da questa stagione estiva sarà completamente interdetto ai veicoli (bici e monopattini transitano nella corsia adiacente, ndr). Ma abbiamo anche potenziato le aree sosta di prossimità, da qui ci saranno a disposizione molte più navette che portano verso le spiagge".

"La cittadinanza deve smaltire un periodo di estrema sofferenza", racconta il sindaco, "Pesaro è una città particolarmente provata dal Covid-19, dobbiamo scontare un periodo duro e ci aspettano grosse difficoltà economiche, ma ora siamo a zero vittime e ci avviciniamo ai zero contagi. Dobbiamo essere ancora molto cauti, però i cittadini stanno reagendo con pazienza, anche per questo è necessaria una svolta, a partire dai modi in cui ci muoviamo evitando quanto possibile di rifugiarci nell'abitacolo chiuso della nostra auto pensando di essere al sicuro e privilegiando gli spostamenti all'aria aperta, al riparo da incidenti e smog, per vivere appieno tutto il bello che ha da offrire questa città fatta di mare e tanto verde". 

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

I modelli pieghevoli possono essere riposti facilmente anche nel bagagliaio di una city car. Dai più costosi ai più economici, con o senza pedalata assistita, l'offerta è varia