Ultimo aggiornamento  10 luglio 2020 18:47

Peugeot, 60 anni di 404.

Edoardo Nastri ·

Sessant’anni fa nasceva la Peugeot 404, uno dei modelli di maggior successo del costruttore francese con più di 2,8 milioni di unità vendute dal lancio avvenuto il 13 maggio 1960 a Parigi. L'unione di gusti stilistici differenti ha decretato la riuscita del design di questa vettura. L'idea era francese e il design italiano, curato da Pininfarina, con più di uno spunto tipico delle vetture americane dell’epoca.

Sostituta della 403, la 404 è stata definita dal carrozziere torinese con alcune peculiarità come montanti sottili, tipicamente italiani, fari anteriori semi incassati, una linea di fiancata liscia e un tocco di gusto statunitense grazie alle due pinne posteriori e alle cromature sparse un po’ per tutto il corpo vettura. 

Berlina, station wagon, coupé, cabrio e pickup

La Peugeot 404 è stata declinata in quasi tutte le architetture possibili: la classica berlina, la pratica familiare, le eleganti coupé e cabriolet e anche addirittura una versione da lavoro pickup. Per il mercato europeo la produzione della meccanica di tutti i modelli avveniva nello stabilimento francese di Sochaux, quartier generale di Peugeot, mentre coupé e cabrio venivano assemblate da Pininfarina a Grugliasco, vicino a Torino.

La 404 aveva una struttura a scocca portante per un incremento della rigidità torsionale che influiva positivamente sulla dinamica di guida. Per le sospensioni invece la casa francese aveva optato per uno schema MacPherson all’avantreno e per un assale rigido al posteriore, mentre per gli ammortizzatori erano state scelte delle raffinate molle elicoidali per il massimo confort, tra le caratteristiche fondamentali delle vetture francesi. 

Vettura globale

Oltre alle versioni alimentate a carburatori, la 404 era disponibile anche a iniezione per chi chiedeva più prestazioni. Le motorizzazioni a benzina, disponibili con cilindrata 1.4 e 1.6 in varie potenze da 66 a 96 cavalli, erano affiancate anche da un propulsore diesel pensato per chi doveva fare molti chilometri: il 1.9 aspirato con potenze da 55 a 60 cavalli a seconda dell’architettura scelta.

La 404 ha varcato i confini europei esplorando diversi altri mercati, primo fra tutti quello americano. La 404 Export Usa ha debuttato nel 1962 al Salone di New York con alcuni accorgimenti specifici per gli Stati Uniti come freni a disco, cambio automatico ZF, cinture di sicurezza e tergicristalli a due velocità. Oltreoceano però il vero successo nelle vendite della 404 fu in Sudamerica, dove è stata prodotta nello stabilimento argentino di El Palomar, vicino Buenos Aires, fino ai primi anni ‘80. 

Il modello francese ha avuto anche una carriera sportiva degna di nota nell’East African Safari, una competizione considerata da molti il rally più duro del mondo che prevedeva l’attraversamento di Kenya, Uganda e Tanzania. Nel 1962 la Peugeot 404 è prima classificata e seconda in classifica generale, nel 1963 prima assoluta così come nel 1968.

Tag

Peugeot  · Peugeot 404  · Pininfarina  · 

Ti potrebbe interessare

· di Massimo Tiberi

La prima vettura disegnata per i francesi da Pinin Farina ha venduto un milione di esemplari. E ha fatto la storia della tv grazie al tenente Peter Falk