Ultimo aggiornamento  09 luglio 2020 14:18

Lancia Ypsilon, unica e ibrida.

Carlo Cimini ·

L’infinita Lancia Ypsilon rilancia la sfida. Potremmo sintetizzare così l'arrivo sul mercato della versione mild hybrid della compatta italiana, l’unico modello in listino oggi dallo storico marchio del gruppo Fiat Chrysler, ma che continua a ottenere numeri positivi nel segmento B, il più amato dagli italiano (37% della quota totale), nonostante rivali e pandemia. E i dati di mercato lo confermano.

Nel primo quadrimestre 2020, la Ypsilon resta al comando della classifica con 12mila 825 immatricolazioni e il distacco dalla seconda, la Renault Clio, è superiore alle 4mila unità. Il divario alla lunga potrebbe essere ancora più ampio con l’arrivo del mild hybrid, una soluzione che consente ai possessori di auto elettrificate di accedere a diverse agevolazioni fiscali o ad alcune esenzioni previste dalle amministrazioni locali, come ad esempio parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu.

Capitolo mild hybrid

A 35 anni dalla nascita (all'epoca venduta come Autobianchi Y10) e con oltre 3 milioni di esemplari prodotti, l’elettrificazione segna dunque un nuovo capitolo della storia della cittadina Lancia prodotta nello stabilimento polacco di Tychy. Dopo Fiat Panda e 500, il mild hybrid (ibrido leggero) a 12 volt entra nel listino della Ypsilon con la denominazione Hybrid Ecochic. Lo starter/generatore, il Bsg da circa 5 cavalli, con batteria da 0,13 chilowattora, contribuisce a ridurre emissioni e consumi - così assicurano da Fca - fino al 24%, in meno rispetto al motore benzina 3 cilindri da 1 litro e 70 cavalli di potenza.

La tecnologia ibrida entra nel vivo nelle fasi di start/stop, quando supporta il propulsore termico nelle fasi di accelerazione o durante il coasting, chiamato anche “veleggio”, ossia quando l’auto mantiene la velocità di crociera sotto i 30 chilometri orari anche se non si dà gas. La piccola batteria non consente, però, all’auto di andare solo in elettrico. Per la trasmissione, è disponibile il cambio manuale a 6 marce. Non è presente alcun tipo di sistema di sicurezza alla guida (Adas), mentre ci sono i sensori di parcheggio ma senza il supporto della retrocamera.

Simbolo di stile

Il design è sempre stato uno dei principali punti di forza di Ypsilon, apprezzato soprattutto dal pubblico femminile per l'assetto di guida rialzato e lo spazio a bordo. Le dimensioni rimangono le stesse (3,83 metri di lunghezza, 1,68 di larghezza e 1,52 di altezza), così come la capacità di carico del bagaglio che offre da 245 a un massimo di 940 litri con i sedili posteriori abbattuti.

Alle versioni Silver, Gold – quest’ultima aggiunge alla dotazione standard i cerchi bruniti da 15 pollici, fendinebbia integrati e sistema infotainment Uconnect da 5 pollici con connessione Bluetooth, radio digitale Dab, comandi al volante e prese usb – si aggiunge la serie speciale Maryne, con dettagli in grigio scuro e lucido (Dark Grey) e il nuovo colore blu, nel segno della sostenibilità ambientale: i tessuti dei sedili sono realizzati con la plastica raccolta nel Mediterraneo, riciclata, riadattata e trasformata dall'azienda Sequal in un filato di poliestere.

Prezzi e offerte

La Ypsilon Hybrid Ecochic è in promozione e parte da 12.750 euro con allestimento Silver, 14.050 per la Gold e 14.700 per la Maryne. Fino al 30 giugno, Lancia propone la versione mild hybrid con due offerte speciali: la prima è il finanziamento di FCA Bank, che prevede zero anticipo, e prime 18 rate da 115 euro - poi le successive 72 da 185 euro - a partire dal 2021. In alternativa, Leasys, società di mobilità del gruppo, offre la soluzione del noleggio a lungo termine: 229 euro al mese, iva inclusa e senza anticipi, per un periodo di 36 mesi e 30mila chilometri. Disponibili anche le varianti Ecochic benzina/Gpl con il 1.2 69 cavalli da 14.500 euro e la Ecochic benzina/metano con il 0,9 Twinair da 16.250 euro. 

Tag

Lancia  · Lancia Y  · Lancia Ypsilon  · mild hybrid  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

La compatta è disponibile anche con un sistema mild hybrid, lo stesso adottato già da Fiat Panda e 500: 1.0 tre cilindri benzina da 70 cavalli con starter/generatore