Ultimo aggiornamento  12 luglio 2020 15:48

Virtual Formula E: inganno a Berlino.

Redazione ·

Vincere a tutti i costi, anche andando contro il regolamento e l'etica sportiva. Daniel Abt, durante la gara del Virtual Formula E - la versione digitale del Mondiale dedicato alle monoposto elettriche - sul circuito di Berlino, non si è fatto problemi e ha tentato di ingannare tifosi, avversari e organizzatori.

Il pilota tedesco dell’Audi ha ceduto la sua postazione a un professionista delle gare online, l’appena maggiorenne Lorenz Hoerzing, per provare a vincere la gara. Nonostante questa mossa irregolare, Abt ha concluso terzo. Ma al termine della prova è arrivata l'accusa dal belga Stoffel Vandoorne della Mercedes, secondo classificato: "Quello in macchina non era Daniel. Ha rovinato tutto, è stato ridicolo". L'organizzazione ha indagato e ha confermato lo spiacevole accaduto.

Multa devoluta in beneficenza

Durante la sfida, il pilota Audi non era mai stato visibile e al momento dei festeggiamenti non era online. Per Abt podio cancellato, squalifica e multa di 10mila euro (somma che andrà in beneficenza), oltre alla brutta figura, soprattutto perché la manifestazione è stata organizzata per raccogliere fondi e aiutare le strutture ospedaliere in questa fase di emergenza sanitaria.

Il pilota tedesco si è poi scusato: “Mi dispiace, accetto la squalifica, ma non ero spinto da cattive intenzioni”.

Tag

Daniel Abt  · Formula E  · Virtual Formula E  · 

Ti potrebbe interessare

· di Umberto Zapelloni

La stagione 2020 della F1 a batteria è stata interrotta dopo sole 5 gare. Potrebbe riprendere correndo in pista (in Italia a Vallelunga) a fuori strada