Ultimo aggiornamento  27 maggio 2020 03:05

Li Shufu: "Più rapporti tra Geely e Daimler".

Edoardo Nastri ·

Geely, costruttore automobilistico cinese, avrebbe intenzione di approfondire maggiormente la collaborazione con il gruppo Daimler. Lo ha dichiarato Li Shufu, l’imprenditore miliardario numero uno della holding della Repubblica popolare, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters. Al momento non è chiaro se si tratti di condivisione di piattaforme, propulsori, modelli oppure di investimenti congiunti in ricerca e sviluppo nel campo dell’elettrificazione.

I due colossi dell’auto hanno rapporti di vecchia conoscenza. Geely ha infatti scalato il 9,69% di Daimler a febbraio 2018 e ha rilevato ad aprile dell’anno successivo il 50% di Smart, investendo risorse per trasformarlo in un produttore di citycar completamente elettriche e mettendo a disposizione stabilimenti e reti di vendita in Cina. Insieme, Daimler e Geely, hanno anche investito in Volocopter, una società di taxi volanti.

Colosso della mobilità

Geely Holding Group è un conglomerato di aziende con sede a Hangzhou, nel sud est della Cina. Li Shufu l’ha fondata nel 1986, ma è attivo nel settore auto solo dal 1997. Geely Automobile produce modelli specifici per la Repubblica popolare e la società è quotata alla Borsa di Hong Kong. Nella classifica dei costruttori cinesi, Geely si posiziona per numero di unità vendute - più di 1,2 milioni all’anno - al quarto posto.   

Le risorse maturate negli anni hanno permesso a Li Shufu di muoversi al di fuori dei confini nazionali acquistando Volvo da Ford per 1,8 miliardi di euro nel 2010 e nel 2017 il 51% di Lotus, marchio in cui ha investito ben 2 miliardi di dollari per sviluppare nuovi modelli tra cui un suv. Attraverso la divisione Geely Commercial Vehicle, il magnate cinese controlla dal 2013 la società di taxi londinese (la vecchia London Taxi Company) ed è riuscito nell'impresa di convertire quasi tutti i mitici "Black cab" della compagnia all’elettrico. Un’espansione a macchia d’olio. 

Tag

Business  · Daimler  · Geely  · 

Ti potrebbe interessare