Ultimo aggiornamento  28 novembre 2021 09:51

MG Cyberster, ritorno alle origini?

Elisa Malomo ·

Il marchio inglese MG, acquisito nel 2007 dalla cinese Saic, potrebbe tornare su strada con una sportiva a zero emissioni. È ciò che fanno ipotizzare i disegni del nuovo concept MG Cyberster pubblicati sulla pagina Facebook della Saic Design London, la divisione di stile del colosso di Shanghai.

La roadster del futuro

Cyberster non ha apparentemente nulla delle MG di un tempo, ma è sempre una spider caratterizzata da un cofano allungato ed elementi di design all'avanguardia. Sul frontale spiccano due fari dotati di tecnologia led e il logo retroilluminato. La coda presenta un taglio netto e una nuova firma luminosa raffigura la Union Jack. La vettura ha un powertrain elettrico, come sugli ultimi modelli del marchio, di cui per ora non sono stati forniti dettagli tecnici. Sulla Cyberster debutta un sistema di connessione 5G e una funzione di assistenza alla guida di livello 3.

Morris Garage

MG come casa automobilistica di Longbridge (Birmingham, Regno Unito) vanta una storia lunga e poco fortunata. Nata nel 1922, MG (acronimo di Morris Garage) inizia a produrre spider su telai Morris modificati come la 4 Seater Special Sport. Ma è nel 1924 che MG viene riconosciuto come marchio registrato composto dalle due lettere racchiuse da un profilo ottagonale.

Dopo essere stata incorporata alla Morris, entra a far parte della British Motor Corporation (Bmc). Nascono la MG A (1955) e la MG B (1962). La prima otterrà presto un successo planetario conquistando il pubblico d'oltreoceano.

Quanti passaggi di proprietà

Il marchio ha ancora un passaggio di proprietà. Lo compra il gruppo Austin Rover, che ha già Mini, con l'intenzione di entrare nel mercato delle sportive: al Salone di Francoforte del 1985 porta la concept car MG Exe, una coupé che attira l'attenzione della stampa internazionale senza però trovar mai i finanziamenti necessari per entrare in produzione.

Nel 1994, il gruppo Rover viene acquisito da Bmw. L'anno successivo viene lanciata la MG F, che nel 2002 cambierà nome in TF. Ma i diritti di utilizzo del marchio MG vengono presto acquisiti dalla casa cinese Nanjing Automobile Corporation (Nac), insieme allo stabilimento di Longbridge, e poi, nel 2007, dalla cinese Saic Motor. I nuovi modelli che si ornano del marchio inglese non sono più delle spider ma la berlina MG 6 e la coupé quattro porte MG GT. Ora un possibile ritorno alle origini, con altri mezzi.

Tag

MG  · MG Cyberster  · Saic Motor Group  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il gruppo cinese Saic, proprietario dal 2007 dello storico marchio inglese Morris Garage, svela le prime immagini del nuovo modello. In vendita dal primo trimestre 2021