Ultimo aggiornamento  26 settembre 2020 05:16

Icona Fibonacci, dalla strada al mare.

Edoardo Nastri ·

Icona Design, centro di stile, ingegneria e prototipazione fondato nel 2010 con sedi a Torino, Shanghai e Los Angeles, presenta Fibonacci, concept di catamarano elettrico a guida autonoma. E’ la prima volta che la società, specializzata nel settore automotive, entra nel mondo della nautica. “Auto e barche sembrano due mondi differenti, ma in realtà non sono così distanti”, ci racconta collegato dall’Australia Samuel Chuffart, responsabile del design di Icona.

La guida autonoma infatti accomunerà questi due mondi, così come la propulsione elettrica. Dopo Nucleus (concept car presentata al Salone di Ginevra 2018), abbiamo voluto immaginare il futuro del trasporto non più su strada, ma sull'acqua. Fibonacci, come Nucleus, è un’evoluzione totale che vuole trasformare il mondo nautico: grazie alla guida autonoma tutti ne potranno usufruire, non solo gli esperti”, continua Chuffart.

Due motori elettrici e nessuna vela 

Le linee di questa imbarcazione ricordano quelle di un pianoforte a coda mentre la propulsione è affidata esclusivamente a due motori elettrici montati sui due scafi. Non sono presenti le vele, Fibonacci è dotata di un estensore di autonomia alimentato a idrogeno. I due pacchi di batterie al litio da 340 chilowattora alimentano i motori da 200 chilowatt e anche tutti i servizi di bordo dell’imbarcazione.

“Fibonacci è stata pensata per godersi una giornata o un weekend al mare e non necessariamente periodi troppo lunghi”. Gli accumulatori garantiscono un’autonomia di circa 150 miglia nautiche per una velocità di crociera di 10 nodi. I progettisti hanno previsto tra le soluzioni di ricarica anche l’induzione. Il sistema di guida autonoma incrocia i dati di linee batimetriche, segnali Gps e Radar per poter far procedere l’imbarcazione in sicurezza.

"Esplorare tutte le facce della mobilità sostenibile" 

Per la realizzazione degli interni sono stati utilizzati materiali sostenibili e riciclabili, alcuni dei quali li ritroviamo sulla concept car Nucleus. Fibonacci rappresenta l’intenzione di Icona Design di voler esplorare i diversi cambi della mobilità sostenibile: “Se con il prototipo Nucleus e con altri progetti abbiamo offerto una delle nostre idee visionarie, ora che la mobilità sul territorio è diventata un riferimento per il mercato, è giunto il momento di esplorare una nuova mobilità sull'acqua, lanciando ufficialmente un nuovo campo di attività per il gruppo”, conclude Teresio Gaudio, presidente e ceo di Icona.

Tag

Catamarano  · Design  · Icona Design  · Icona Fibonacci  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Il centro stile torinese presenta al Salone asiatico (16-25 aprile) un veicolo autonomo per la logistica, sviluppato in collaborazione con l'azienda cinese JD