Ultimo aggiornamento  28 novembre 2020 13:21

Fca perde 1,7 miliardi nel primo trimestre.

Redazione ·

Fiat Chrysler ha presentato i risultati del primo trimestre 2020, influenzati pesantemente dagli effetti del coronavirus: il gruppo ha registrato perdite nette per 1,7 miliardi contro i 508 di profitto netto dello stesso periodo dell’anno scorso e ha consegnato nel mondo il 21% in meno di veicoli, 818.000 unità. Le previsioni sul 2020 sono ritirate, in attesa di una maggiore visibilità sul futuro prossimo dato che “la pandemia continua ad avere un significativo impatto”.

Liquidità per 18,6 miliardi

Sul piano finanziario, Fca dichiara una cassa al 31 marzo di 18,6 miliardi, inclusiva di una linea di credito da 6,25 miliardi “interamente utilizzata in aprile”. La liquidità, si legge nel comunicato, è stata rafforzata da un’altra linea di credito appena ottenuta da 3,5 miliardi “attualmente inutilizzata”. Il flusso di cassa industriale è stato negativo per 5,1 miliardi mentre l’”Ebit adjusted è positivo", cioè un margine operativo in attivo per 52 milioni essenzialmente per le attività sul mercato nordamericano, da dove sono venuti 548 milioni.

"Avversità senza precedenti"

"In queste avversità senza precedenti – ha fatto sapere in una nota l’amministratore delegato di Fca Mike Manley -  Fca ha sempre dato priorità alla salute e alla sicurezza delle proprie persone e comunità”. Manley prevede “un impatto ancora maggiore sui risultati del secondo trimestre, dato che la sospensione temporanea di molte delle nostre attività è iniziata intorno alla metà di marzo”. Rivolgendosi al gruppo, un messaggio di speranza: "Ho piena fiducia che, grazie all’esperienza dei nostri leader e alla dedizione dei nostri dipendenti, saremo in grado di attraversare questa crisi emergendone ben posizionati per crescere e prosperare".

Tag

FCA  · Manley  · Risultati finanziari  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Niente stop al processo di fusione, dice il presidente di Exor. Sul prestito per Fca Italy, interviene ancora Orlando (Pd): "Giusto dare a grandi imprese ma anche avere più...

· di Redazione

Lo dice alla Reuters Michele De Palma, responsabile auto della della Fiom Cgil, dopo aver sentito telefonicamente Pietro Gorlier, ceo di Fiat Chrysler in Europa