Ultimo aggiornamento  05 agosto 2020 21:45

L'unica vera Apple Car è una Porsche.

Angelo Berchicci ·

Le voci su un ipotetico progetto della Apple volto a sviluppare una vettura a guida autonoma non si sono mai spente. Quanto vi sia di vero non ci è dato sapere, ma nei giorni scorsi è comparso sul web l’annuncio di un’auto che porta sulla carrozzeria il simbolo dell’azienda di Cupertino.

Così l’unica “Apple Car” di cui finora abbiamo realmente traccia è una Porsche 935, una delle auto da corsa più estreme e vincenti mai realizzate dalla Casa tedesca, che l’azienda di Steve Jobs ha sponsorizzato nel 1980. L'auto in vendita è tuttavia una replica, perché la vettura originale, che prima di ricevere i colori della Apple era stata guidata da Paul Newman a Le Mans, ora appartiene a un collezionista.

L'auto guidata da Paul Newman

Verso la fine degli anni ’70 l’azienda fondata da Steve Jobs e Steve Wozniak inizia ad essere conosciuta in tutto il mondo per aver presentato l’Apple II, da molti considerato il primo computer dell’era moderna. In cerca di qualcuno che potesse riparare la sua Porsche 356, Wozniak fa la conoscenza di Bob Garretson, che oltre ad avere un’officina di vetture sportive è anche un famoso pilota, impegnato nel campionato endurance americano con il team Dick Barbour Racing.

Nel 1979 la scuderia in cui corre Garretson sale agli onori della cronaca in tutta America, e non solo per i meriti sportivi (dal 1978 al 1980 vince sia la 24 Ore di Le Mans che la 12 Ore di Sebring) o perché si tratta di uno dei pochi team a impiegare delle 935 K3 (l’auto era riservata alla squadra ufficiale Porsche, per i clienti privati furono realizzati pochissimi esemplari). Il motivo dell’improvvisa fama del Dick Barbour Racing sta in un pilota d’eccezione: l’attore Paul Newman, che nel 1979 arriva secondo a Le Mans su una 935 della scuderia americana.

Nuova livrea arcobaleno

Jobs e Wozniak non si lasciano sfuggire l’occasione e tramite Garretson raggiungono un contratto di sponsorizzazione con il Dick Barbour Racing per la stagione 1980, in virtù del quale l’auto su cui ha corso Newman sarebbe stata ridipinta nella colorazione arcobaleno, adottata a quei tempi dalla Apple per il suo logo. Sulle fiancate della 935 compaiono le scritte “Apple computer” (l’espressione era utilizzata prima che venisse coniato il termine Macintosh), il famoso marchio della mela, oltre alla scritta “non fate arrabbiare la Apple car” sul retro del vistoso alettone.

Guidata da piloti come Bobby Rahal, Allan Moffat e lo stesso Garretson (ma non più da Paul Newman), l’auto non ottiene grandi risultati: l’apice viene toccato con un secondo posto a Sears Point e un altro a Riverside, mentre alla 24 Ore di Le Mans si ritira per un guasto dopo 13 ore. L’anno successivo Apple decide di non ripetere la sponsorizzazione, anche perché non aveva certo bisogno di popolarità: dopo la sua quotazione a Wall Street nel dicembre 1980 era diventata una delle compagnie americane più profittevoli di sempre.

La replica fedele

Anni più tardi Adam Corolla, che colleziona auto e oggetti appartenuti a Paul Newman, ha acquistato la Porsche 935 “arcobaleno” per 4,84 milioni di dollari (4,47 milioni di euro), eliminando i colori della Apple e riportandola alla livrea utilizzata dall’attore nel 1979. E’ a questo punto che si inserisce nella storia l’auto venduta dalla concessionaria Atlantis Motor Group: la vettura è una replica esatta della Apple car da gara, che sfrutta il corpo vettura di una Porsche 911 serie 930, su cui è stata montata la carrozzeria della 935 K3 (non sappiamo se si tratta di parti originali o ricostruite), ovviamente con la livrea arcobaleno.  

L’auto in vendita monta un motore di origine 935 modificato dallo specialista Bob Holcombe. Il sei cilindri boxer biturbo ha ora una cilindrata di 3.8 litri ed eroga 700 cavalli, mentre cambio e sospensioni provengono da una 993 GT2. Un puzzle marchiato Porsche che non può certo arrivare al fascino della vettura originale, e neanche al suo prezzo: per l’auto la concessionaria chiede 499mila dollari (461mila euro). E se vi sembrano tanti per una replica, considerate che si tratta dell’unico esempio attualmente disponibile di ciò che è stata la prima vera Apple Car

Tag

Apple  · Apple Car  · Porsche  · Porsche 935  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

La prima versione è del 1965. Da agosto debuttano le nuove 4 e Targa 4S, anche a trazione integrale. Prezzi a partire da quasi 157mila euro

· di Angelo Berchicci

Il veicolo ricorda nei colori la famosa Mustang di "Bullitt". Forse anche per questo l'attore lo volle acquistare. Si tratta dell'ultima vettura guidata dal divo di Hollywood

· di Valerio Antonini

Il primo aprile del 1976 nasce la celebre azienda di Cupertino. Tra i sogni dei fondatori Steve Jobs e Steve Wozniak, anche quello di creare un giorno un sistema per la guida...

· di Gloria Smith

L'azienda di Cupertino ha ridotto i test sulla guida autonoma nel 2019: in pista solo 23 auto robot che hanno percorso appena 7.500 miglia. Waymo e Cruise in testa