Ultimo aggiornamento  18 ottobre 2021 03:54

Roma, niente sconti al car sharing.

Marina Fanara ·

"A parole governo ed enti locali proclamano il proprio sostegno alla sharing mobility, nei fatti non fanno nulla, anzi la ostacolano": c'è delusione in casa Aniasa (l'associazione delle aziende di noleggio comprese quelle che offrono servizi di auto condivisa) per la decisione del Comune di Roma che ha negato l'azzeramento del canone richiesto dal settore come aiuto per superare l'emergenza.

Crollo noleggi, serve aiuto

A causa delle restrizioni agli spostamenti imposte dal governo per contenere il contagio del coronavirus, "I consumi di car sharing si sono ridotti del 90%", ricorda l'Aniasa, "per questo abbiamo chiesto la sospensione dei 1.200 euro di canone per ogni auto che siamo tenuti a versare al Comune".

Un aiuto indispensabile, insomma, in un momento di grave crisi anche perché, nonostante la drastica riduzione del business, gli operatori, sottolinea l'Aniasa, "hanno continuato a essere pienamente operativi sia in termini di flotta che di servizi, per andare incontro alle esigenze della categoria di utenti costretti a muoversi e aumentando gli standard di sicurezza per il contenimento dell'epidemia".

Il no della Ragioneria del Comune

Secondo il direttore del dipartimento Mobilità, Fabio Stefano Pellegrini, "a seguito delle richieste di Aniasa e degli operatori ci siamo subito attivati. Abbiamo predisposto una delibera di sospensione del canone fino al 31 agosto prorogabile fino alla fine dell'anno in base ai provvedimenti governativi. La Ragioneria però l'ha respinta dicendo che tutte le agevolazioni devono essere comprese in un provvedimento del dipartimento Risorse economiche per gli equilibri di bilancio, trattandosi di mancati introiti".

Nel frattempo, Aniasa annuncia che "senza un adeguato supporto a livello nazionale e locale, gli operatori di sharing saranno inevitabilmente costretti a rivedere la propria presenza sul territorio".

Tag

Aniasa  · Car Sharing  · Roma Capitale  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

L'operatore di car sharing Bmw-Daimler: bene il sindaco Virginia Raggi, che promette di eliminare l'imposta e di puntare sulla mobilità condivisa