Ultimo aggiornamento  28 novembre 2020 13:24

Fca, Melfi riapre il 27 aprile.

Paolo Borgognone ·

Circa 750 lavoratori dello stabilimento di assemblaggio di Fiat Chrysler a Melfi nel potentino torneranno al lavoro la prossima settimana per preparare la struttura alla produzione delle nuove auto ibride del gruppo. Secondo Marco Lomio - del sindacato Uilm - Fca ha informato i rappresentanti dei lavoratori che innanzitutto dovranno essere completate le auto rimaste sulle linee di assemblaggio quando l'impianto è stato chiuso a metà marzo in seguito alle regole imposte dal governo italiano per arginare la diffusione del coronavirus.

"Inizieremo con 500 persone lunedì  27 aprile e raggiungeremo il picco mercoledì con circa 1.000 lavoratori", ha detto Lomio, citato dalla Reuters. Questa operazione consentirà quindi a Fca di disporre di linee libere per riprendere la produzione delle nuove versioni ibride plug-in dei modelli Compass e Renegade di Jeep.

Domanda ai prefetti

Il parziale riavvio delle operazioni a Melfi, che normalmente impiega 7.400 lavoratori, si aggiunge a quello annunciato il 21 aprile da Fca per Sevel, Mirafiori, Cassino, Termoli e Pomigliano. In tutte le fabbriche le attività riprenderanno gradualmente, coinvolgendo solo alcuni reparti in attesa della fine del "lockdown", previsto per ora il 4 maggio.

A permettere la ripresa anticipata di parte della produzione l'accordo raggiunto dall'azienda con tutti i sindacati il 9 aprile scorso sul protocollo sanitario di tutela dei lavoratori e le domande fatte ai prefetti sulla base della "strategicità" del lavoro automotive: per riaprire basta il silenzio assenso delle autorità. 

Sempre secondo il sindacalista della Uilm, lo sviluppo dei nuovi modelli a Melfi inizierà immediatamente con la riapertura del 4 maggio. Il sindacalista si è detto sicuro, tuttavia, che la commercializzazione delle vetture non potrà avvenire prima di settembre. I piani iniziali di Fca prevedevano, invece, che la vendita sarebbe iniziata a luglio 2020.  

Tag

Atessa  · FCA  · Jeep  · Melfi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

La versione 2020 del suv del marchio ora costruita nella fabbrica italiana per l'Europa. Anche ibrida plug-in nella seconda parte dell'anno, prezzi da 28.750 euro

· di Redazione

Il nuovo decreto del presidente del consiglio avvia la Fase 2 e fissa a lunedì prossimo la data della riapertura per le attività del comparto. Via libera a produzione e vendita

· di Redazione

L’intesa prevede una serie di norme di sicurezza a tutela dei lavoratori nelle fabbriche ed è firmata da tutte le sigle. Si attendono ora le decisioni del governo