Ultimo aggiornamento  16 aprile 2021 03:40

Fase 2, incentivi per bici e monopattini.

Marina Fanara ·

Allo studio del governo incentivi per agevolare l'acquisto di bici e monopattini elettrici, come alternativa all'auto di proprietà e all'uso dei mezzi pubblici nel dopo coronavirus. Lo ha confermato il ministro delle Infrastrutture e trasporti, Paola De Micheli, dichiarando che il capitolo bonus per le due ruote e i micro dispositivi a batteria verrà inserito nel prossimo decreto in Consiglio dei Ministri.

I bonus nel prossimo decreto

"Si tratta di un capitolo di estrema importanza", ci spiega Diego De Lorenzis, vicepresidente della commissione Trasporti della Camera dei deputati, "il rischio è che a causa della ridotta capacità dei mezzi pubblici necessaria a garantire il distanziamento sociale, la maggior parte dei cittadini ricorra all'auto privata alla ripresa delle attività: dobbiamo scongiurare un ritorno a città intasate di traffico e accelerare l'utilizzo di mezzi alternativi e sostenibili".

La proposta dei parlamentari, ci dice De Lorenzis, è quella di inserire il capitolo incentivi nel decreto liquidità che verrà esaminato subito dopo l'approvazione del provvedimento Cura Italia, quindi, presumibilmente entro la fine di aprile o al massimo i primi di maggio.

"Al momento non si conosce ancora l'entità delle agevolazioni ma solo che potrebbero essere concesse sotto forma di bonus mobilità o crediti d'imposta", sottolinea il vicepresidente della commissione Trasporti, "l'importante è garantire alle persone un'alternativa per muoversi, ricordiamo che in questo momento di massima emergenza sanitaria ed economica non tutti possono permettersi di spostarsi con la propria auto e con autobus, metri e tram contingentanti si rischia che le città vadano in tilt".

Ciclabili in tempi record

Nel frattempo anche le città si stanno attrezzando, per lo meno sul fronte delle infrastrutture. A Roma, per esempio, è prevista la realizzazione in tempi brevi di una rete di ciclabili mediante apposita segnaletica orizzontale e verticale. L'iniziativa è contenuta in una specifica direttiva dell'assessorato alla Città in movimento per garantire una mobilità integrata e sostenibile nella Fase 2 dell'emergenza sanitaria. Il dipartimento Mobilità e trasporti proprio in questi giorni sta predisponendo i relativi atti amministrativi per l'approvazione rapida del provvedimento.

"Ora più che mai è necessario un riequilibrio degli spazi su strada, ampliando le infrastrutture dedicate al trasporto pubblico è alla mobilità attiva", spiega Pietro Calabrese, assessore alla Città in movimento, "chi sceglierà di muoversi in bicicletta o con i dispositivi di micromobilità, fra i più economici in assoluto, libererà spazio in carreggiata anche per chi non potrà fare a meno dell'auto privata".

"Questo momento così drammatico può essere un'occasione importante per accelerare la transizione verso una mobilità sostenibile", aggiunge Enrico Stefano, presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale, "una svolta ora assolutamente necessaria per spostarci in maniera efficace, efficiente e sicura". 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

L'azienda di Borgo Panigale insieme a MT Distribution si lancia nella micromobilità sostenibile. Previste anche tre e-bike firmate dal centro stile interno

· di Paolo Odinzov

Nelle strategie di governo e comuni sulla mobilità post pandemia le biciclette, tradizionali o a pedalata assistita, sono protagoniste. L'offerta dell'industria a quattro ruote

· di Paolo Odinzov

Nella cosiddetta "fase 2" della pandemia di coronavirus molte amministrazioni locali vogliono incentivare l'utilizzo dei piccoli mezzi a due ruote. Tutto quello che c'è da sapere

· di Redazione

Il nuovo decreto del presidente del consiglio avvia la Fase 2 e fissa a lunedì prossimo la data della riapertura per le attività del comparto. Via libera a produzione e vendita

· di Marina Fanara

Prime ipotesi dalla task force incaricata dal governo per la ripresa delle attività dal prossimo 4 maggio: si viaggerà a un metro uno dall'altro su mezzi pubblici, treni e aerei