Ultimo aggiornamento  25 ottobre 2021 08:23

Jeep, slitta la nuova Grand Wagoneer.

Edoardo Nastri ·

Continuano gli effetti diretti del coronavirus sull’industria automobilistica. Secondo quanto riportato da Automotive News, il debutto delle nuove Jeep Grand Wagoneer (considerata la capostipite dei suv di lusso, prodotta dal 1962) e Grand Cherokee subirà un ritardo di almeno tre mesi. Le fonti sarebbero alcuni fornitori che avrebbero appreso la notizia durante una conference call con i vertici degli impianti statunitensi. La ripresa della produzione negli Usa e Canada è prevista rispettivamente per il 4 e il 18 maggio.

Le nuove generazioni dei due suv avrebbero dovuto essere lanciate tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2021, ma non le vedremo prima della primavera. La Jeep Grand Wagoner è una vettura importante per il costruttore americano e lo sviluppo della nuova generazione è stato seguito personalmente da Sergio Marchionne. L'ex ceo di Fca, scomparso improvvisamente il 25 luglio 2018, sognava di poter sfidare le concorrenti premium europee riportando al successo proprio questo modello.

I benefici della nuova piattaforma 

Grand Wagoneer e Grand Cherokee saranno completamente rinnovate dentro e fuori. Tra le novità più importanti c’è l’utilizzo della piattaforma Giorgio del gruppo Fiat Chrysler, quella per intenderci di Alfa Romeo Giulia e Stelvio, che consentirà anche l’arrivo di versioni elettrificate sia mild hybrid che ibride plug-in.

La nuova piattaforma dovrebbe, oltre a garantire preziose economie di scala - visto che è costata circa un miliardo di euro e sono al momento solo due i modelli che la utilizzano - dare doti dinamiche inedite alle nuove Jeep e un handling che si avvicini a un gusto più europeo grazie anche alle sospensioni posteriori indipendenti. I dettagli tecnici legati a motori e cambi sono tuttavia ancora sconosciuti.

Tante rivali premium

Il progetto della Grand Wagoneer riprende ciò che ha fatto Bmw con l'X7. Quest’ultima è una versione più lunga e massiccia del suv premium tedesco, pensato in particolare per i mercati statunitensi e asiatici. Lo stesso rapporto che potrebbe esserci tra Grand Wagoneer e Grand Cherockee.

Al momento non è stato comunicato se la più grande delle Jeep arriverà in Europa o se ci sarà posto solo per la Grand Cherokee. Tra le rivali premium più agguerrite di quest'ultima ci sono Range Rover Sport, Audi Q7, Mercedes-Gle, Volvo XC90 e Lexus Rx. Tutte con prezzi che partono da circa 70mila euro.

Le sfidanti della Grand Wagoneer, oltre a Bmw X7, Range Rover Vogue e Mercedes Gls, sarebbero per il mercato americano anche Cadillac XT6 e Lincoln Aviator, con prezzi superiori a 80 mila euro

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Al Salone di Shanghai la Yuntu Concept: prima vettura del marchio americano con motorizzazione ibrida ricaricabile