Ultimo aggiornamento  20 aprile 2021 02:32

Costa: troppe autorizzazioni per una colonnina.

Marina Fanara ·

"Per installare una colonnina di ricarica per le auto elettriche servono dalle 11 alle 18 autorizzazioni: troppe". È  quanto dichiarato da Sergio Costa, ministro dell'Ambiente, durante il question time al Senato sul dopo coronavirus. "Dobbiamo assolutamente sburocratizzare tutti questi interventi per accelerare la riconversione green del Paese", ha sottolineato il ministro, "ma mai rinunciare alle tutele ambientali".

La vera ripresa è green

"L'interrogazione di oggi", ha detto Costa, "pone una questione significativa: come ricostruire il Paese dopo l'emergenza? Se lo chiedono moltissimi italiani: si tornerà al vecchio sistema che ci ha portato grandi danni ambientali? Mi sto battendo presso le sedi governative affinché ciò non accada: fare in modo che non avvenga una restaurazione economica, ma una nuova normalità spinta verso il green".

Non torniamo indietro

Il ministro in questi giorni ne ha parlato più volte: il dopo emergenza deve essere l'occasione per un cambiamento vero del Paese, sfruttando le opportunità offerte dalla svolta ambientale. "Parliamo di efficientamento energetico, rigenerazione edilizia, consumo del suolo, valorizzazione, sburocratizzazione e della necessità di rendere fruibile al cittadino e alle imprese cose significa green", ha spiegato il ministro durante l'interrogazione, "parliamo di opportunità reali, a partire dall'installazione di una colonnina per la ricarica dell'auto a batteria, che deve essere una pratica più veloce e semplice".

Questa è la linea dettata da Costa: "Stiamo spingendo verso la semplificazione, ma non vuol dire togliere le tutele ambientali. Anzi è il contrario: dobbiamo rendere appetibile per il cittadino e l'imprenditore fare green. Questa è un'occasione che noi non possiamo perdere".

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Alla ripresa, cambieranno molte delle nostre abitudini, anche il modo di spostarci in città, dice il presidente Anci e sindaco di Bari. Dovremo evitare che tutti usino di nuovo...