Ultimo aggiornamento  27 maggio 2020 01:36

Lancia Stratos HF Zero, freccia del futuro.

Carlo Cimini ·

Il 1970 per la Bertone - nata a Torino nel 1912 e poi fallita nel 2014 - è un anno particolarmente ispirato. Cinquant'anni fa, il capo design Marcello Gandini fa uscire dalla creatività della sua matita la Lancia Stratos HF Zero.

Il concept, presentato al Salone dell'Auto di Torino, riprende la forma "a cuneo" - quasi triangolare - di moda in quegli anni. L'anteriore assomiglia a una freccia per le sue linee taglienti.

La Stratos HF Zero è lunga 3,58 metri ma la particolarità riguarda l'altezza, soli 84 centimetri per espressa richiesta di Nuccio Bertone. Il motore 1,6 litri - posizionato sotto al cofano, sfruttando ogni piccolo spazio a disposizione - il sistema meccanico e la trasmissione sono le stesse componenti della Fulvia HF.

L'ingresso nell'abitacolo è diverso dal solito: non esistono portiere, bensì ci si cala aprendo il parabrezza ribaltabile. Il guidatore, così come il passeggero, si deve sdraiare per accedere alla vettura.

A Villa d'Este 2011, all'asta organizzata da RM Sotheby's - specializzata in auto d'epoca - la Lancia Stratos HF Zero di Bertone - messa in vendita per ripianare la gravosa situazione economica - è stata venduta per 761.600 euro, contro i 2 milioni di valutazione iniziale, nonostante la rarità del pezzo.

Ora di proprietà del miliardario americano Phillip Sarofim, il prototipo - esposto al Petersen Automotive Museum di Los Angeles - è apparso anche nel film "Moonwalker" del 1988 con Michael Jackson.

Tag

Concept  · Lancia  · Lancia Stratos HF Zero  · RM Sotheby’s  · Villa d'Este  · 

Ti potrebbe interessare