Ultimo aggiornamento  27 maggio 2020 02:30

Citroën: mezzo secolo di GS (VIDEO).

Elisa Malomo ·

La Citroën GS compie 50 anni. Celebrata lo scorso febbraio in occasione di Rétromobile 2020, uno degli appuntamenti più importanti dedicati ai veicoli d'epoca, la berlina diventa oggi protagonista di una rubrica sul canale YouTube del costruttore francese. 

Nel breve video Denis Huille, a capo di Citroën Heritage, ripercorre in poco meno di un minuto le tappe e le caratteristiche chiave che hanno decretato il successo della GS. Il debutto al Salone di Parigi del 1970, il premio “European car of the Year” nel 1970 e le famose sospensioni idropneumatiche inventate dal progettista francese Paul Magès e montate, per la prima volta, sulle autovetture di gamma medio-alta della Casa francese.

Il manager passa poi ai numeri: 2,5 milioni gli esemplari di GS venduti fino al 1987. Un vero e proprio successo. E, infine, chiude con lo slogan che all'epoca segna il successo della berlina: “Elle refait la route”, reiventa la strada.

L'anticonformista

La GS è stata una vera e propria anticonformista. La linea aerodinamica, firmata dal designer Robert Opron, era propria di una vettura dal corpo basso e profilato, originale per l'epoca. La struttura monoscocca - diversa dalla DS, SM e dalla successiva CX – sembrava quasi una provocazione. La parte anteriore schiacciata e la coda più alta assicuravano maggiore comfort, caratteristica che ha acquistato sempre più importanza con l'introduzione, nel 1971, della versione Break. 

Anche gli interni, curati da Michel Armand, erano fuori dal comune: volante monorazza, freno a mano che emergeva dalla plancia e il tachimetro a rullo. La GS era spinta da un motore a quattro cilindri, raffreddato ad aria e prestante, con una potenza che, dal 1976, è stata portata a 65 cavalli, 150 chilometri orari la velocità massima. 

Bon anniversaire GS

Cinquant'anni vengono una volta sola. Per l'occasione, Citroën ha scelto l'interior designer Tristan Auer per personalizzare una GS 1015 confort del 1972. L'artista si è ispirato all'hotel Les Bains, simbolo delle notti parigine del 1978, e luogo che ospiterà l'edizione speciale per tre anni.

L'artista, appassionato di restauro su misura d'auto d'epoca, si è già occupato del restyling di un'altra francese: la CX Prestige, trasformata in un'auto di cortesia di lusso per lo storico Hôtel de Crillon in Place de le Concorde, nel cuore di Parigi. Bon anniversaire GS.

Tag

Citroën  · Citroen GS  · Parigi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

La casa del Double Chevron festeggia un secolo di vita, tra progetti innovativi e modelli passati alla storia. Ecco le iniziative organizzate per il compleanno