Ultimo aggiornamento  05 aprile 2020 15:52

Nuova Dodge Challenger, sarà così?

Edoardo Nastri ·

La chiusura di sedi e stabilimenti dei costruttori a causa del coronavirus ha portato la maggior parte dei dipendenti a lavorare da casa e i designer non fanno eccezione. I primi risultati si vedono sui social network, in particolare su Instagram, dove aumentano le condivisioni di immagini e disegni, alcuni dei quali sono diventati virali.

Ralph Gilles, responsabile del design del gruppo Fiat Chrysler, ha condiviso sul suo profilo Instagram un’immagine che mostra un rendering di quella che potrebbe essere la nuova generazione della Dodge Challenger, al debutto tra due anni. 

La muscle car americana, tra le più rappresentative negli Usa insieme a Ford Mustang e Chevrolet Camaro, è ritratta con l’estremità del paraurti in carbonio con le protezioni gialle che solitamente si mettono all'uscita dalla fabbrica per trasportare le auto sulle bisarche nei concessionari.

Il caso delle protezioni gialle 

Il capo del design Fca ci scherza sopra: “Mentre siamo a casa realizziamo disegni virtuali. Solitamente non mostriamo mai nulla di quello che riguarda i futuri modelli sui social network, ma questa volta ho fatto un’eccezione. Questo modello Dodge mi ha stupito perché il designer che l’ha realizzato ha deciso di rendere le protezioni del paraurti parte integrante del progetto”, scrive Gilles.

La tendenza da parte dei clienti a lasciare le protezioni colorate al paraurti della Dodge Challenger, solitamente tolte in fase di consegna della vettura, sembra essere diventata ormai una moda negli Stati Uniti soprattutto tra i clienti più giovani. Ecco quindi da dove arriva l’idea.  

Il post ha avuto più di 2.600 interazioni ed è stato commentato da diversi designer e non sempre in maniera positiva. L’emoticon con gli occhi strabuzzati pubblicata da Klaus Busse, responsabile del design di Fca per la regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa), sembra una di queste.

Tag

Design  · Dodge  · Dodge Challenger  · FCA  · Ralph Gilles  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La versione più potente della celebre muscle car americana è uscita dallo stabilimento Fiat Chrysler di Brampton in Canada. Ha un motore da 797 cavalli