Ultimo aggiornamento  05 agosto 2020 22:15

Tom Brady, il quarterback dell'auto.

Elisa Malomo ·

Tom Brady, considerato il giocatore più forte di tutti i tempi nella National Football League (Nfl), non vestirà più la maglia dei New England Patriots di Boston con cui, per vent'anni, ha scritto la storia del football americano. Viene definito “The Goat”, The Greater of all time: nove Super Bowl giocati di cui sei vinti, tre volte Mvp (Most Valuable Player) della Nfl e quattro in occasione del “Big Game”.

Ma il campione a stelle e strisce è noto anche per la sua ricca collezione di auto di lusso, alcune di queste ricevute come premio in occasione di eventi sportivi.

“Sono stati i due decenni più felici della mia vita – scrive il quarterback sui social - non so cosa mi riserverà il futuro ma è arrivato il momento di aprire una nuova fase della mia carriera”.

Trofei su ruote

L'oramai ex numero 12 dei Patriots ha sempre avuto una passione per le vetture esclusive. Fra quelle che conserva con cura nel suo garage spicca la Cadillac Escalade Esv del 2004 ottenuta come bonus in occasione del Super Bowl XXXVIII vinto contro i Carolina Panthers. Un'altra è una Chevrolet Colorado rossa ricevuta a seguito del match contro i Seahawk di Seattle. Ma in quell'occasione, il californiano decide di donarla a Malcolm Butler, compagno di squadra più giovane e, a suo avviso, più meritevole: “Congratulazioni per la partita, ecco le chiavi”.

Ma i gioielli che Tom Brady ha acquistato con i primi guadagni stellari sono stati altri. Fra queste due ibride di classe: Lexus Gs 450 del 2010 e Cadillac Escalade del 2013 spinta da un motore V8 da 332 cavalli. A seguire una "normale" Range Rover del 2011 e poi tre Audi, tutt'altro che umili: R8 e S8, entrambi rosse, e una S5 bianca.

A brillare nel garage di Brady anche una Ferrari M456-T da 562 cavalli da oltre 200mila dollari e una Bugatti Veyron Super Sport nera, valore stimato 3 milioni di dollari

In arte TB12

Nel 2017 inizia una collaborazione con Aston Martin che gli permette di aggiungere alla sua collezione una DB11, la coupé sportiva dal carattere ruggente da oltre 600 cavalli che ha fatto il suo debutto al Salone di Ginevra nel 2016. L'anno seguente Tom Brady viene coinvolto da Marek Reichmann, dell'ufficio creativo del marchio britannico, per dar vita a un'edizione speciale della Vanquish S Volante: la TB12, dalle sue iniziali e numero di maglia. L'auto è stata prodotta, non a caso, in 12 esemplari, tutti autografati dal campione e venduta a pochi fortunati a partire da 400mila dollari.

La Vanquish è un autentico capolavoro – ha detto il californiano che ha lavorato personalmente al progetto - Mi ha affascinato il processo che, partendo da un foglio bianco, ci ha portati a questa auto straordinaria". 

Ma per Brady, l'addio ai Patriots rappresenta una nuova sfida: in attesa dell'ufficialità, il quarterback dovrebbe infatti andare a giocare in Florida con i Tampa Bay Buccaneers che non accedono ai playoff da oltre tredici anni. Chissà al volante di quale delle sue auto si accingerà a intraprendere questa nuova avventura.

Tag

Aston Martin  · Bugatti  · Football  · Super Bowl  · Tom Brady  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Aston Martin ha presentato un’edizione limitata in dodici esemplari del suo gioiello da 580 cavalli, dedicata al quarterback dei New England Patriots, 5 volte campione Nfl