Ultimo aggiornamento  28 gennaio 2023 18:18

Covid-19: oltre un milione di controlli in strada.

Redazione ·

Già ieri il ministero dell'Interno ha lanciato l'allarme: ci sono ancora troppe persone in strada, che escono senza valido motivo, nonostante l'aumento dei controlli da parte delle forze dell'ordine e contravvenendo a quanto disposto dal governo per contenere il contagio del virus.

Troppi in giro, con la scusa della spesa

I dati sul numero delle denunce lo confermano: ieri, a fronte di 187.455 controlli, sono state complessivamente 8.292 le persone denunciate contro le 8.119 del giorno precedente (172.720 verifiche).

Si tratta di cittadini deferiti all'autorità giudiziaria per non aver rispettato l'art. 650 del Codice penale (inosservanza di un provvedimento dell'Autorità): nel caso specifico di questa emergenza da Covid-19 il governo ha vietato a tutti di uscire, a meno di improrogabili motivi di lavoro, salute e per fare la spesa

Divieto assoluto di muoversi, ovviamente, soprattutto per tutti coloro si trovino in quarantena perché portatori del virus o a contatto con qualcuno risultato positivo al test.

Una settimana, oltre 50mila denunce

Tirando le somme, dall'11 al 17 marzo, nei primi giorni cioè di entrata in vigore delle limitazioni stringenti ai movimenti delle persone e alle attività commerciali non di vitale importanza, le forze dell'ordine hanno fermato più di 1.200.000 persone, di cui oltre 51mila non avevano validi motivi per uscire e per questo sono state denunciate. Il governo annuncia una stretta. Restiamo a casa, ne va della nostra salute, di chi ci è accanto e di tutta la nostra comunità.

Ti potrebbe interessare