Ultimo aggiornamento  31 ottobre 2020 14:25

Bac, monoposto dal peso piuma.

Valerio Antonini ·

L'inglese Bac - Briggs Automotive Company - ha presentato una nuova versione della super sportiva da collezione Mono (nella variante R), ridisegnata nel look e migliorata tecnicamente. Alimentata da un motore 4 cilindri turbo da 332 cavalli, è configurata per scattare da 0 a 100 in meno di 3 secondi e superare i 250 chilometri orari.

Più componenti, meno chili

Nel rispetto delle severe normative europee sulla sicurezza, gli ingegneri del costruttore artigianale britannico hanno dovuto aggiungere altri componenti per rafforzare scocca e telaio della vettura. Nonostante questo aggravio di peso, la Bac Mono R pesa solo 570 chili ed è più leggera di 10 chili rispetto alla prima generazione del 2011. Le ruote hanno un peso del 35% in meno della versione precedente (lanciata lo scorso anno). Il volante e altre parti dell’abitacolo sono ora completamente in fibra di carbonio. Anche per questo la monoposto ha un prezzo di circa 200mila euro.

Uno degli obiettivi principali di tutti i costruttori di auto sportive è ridurre il peso delle vetture il più possibile senza pregiudicarne la sicurezza. Qualcuno ci è riuscito ancora meglio di Bac. Vediamo chi.

La più leggera è un “missile”

Ispirati dagli studi aerodinamici di Colin Chapman, fondatore del marchio Lotus, il pilota Chris Craft e l’ingegnere Gordon Murray hanno sviluppato l’auto più leggera di sempre: l’LCC Rocket. La monoposto con carrozzeria in fibra di carbonio e vetro pesa solamente 370 chili, meno del doppio di una moto sportiva.

Proprio dalle due ruote proviene il motore Yamaha da 1.002 centimetri cubici e 143 cavalli. La vettura - prodotta in 45 esemplari - ha un rapporto peso-potenza simile a una Ferrari F40 e accelera da 0 a 100 in poco più di 4 secondi. Al momento del lancio nel 2007 costava circa 60mila euro, ora secondo i siti di riferimento potrebbe aver quasi raddoppiato il valore.

Vallelunga da 500 chili

La Vallelunga è una sportiva biposto prodotta dal 1964 al 1968 dal costruttore modenese De Tomaso. Pesa solo 500 chili. Alimentata da un propulsore Ford 4 cilindri 1,5 litri da 135 cavalli, l’auto scatta da 0 a 100 chilometri orari in meno di 6 secondi e raggiunge i 200 chilometri orari. Prestazioni importanti per l’epoca, raggiunte anche grazie alla carrozzeria in alluminio alleggerito. Per avere uno dei 55 esemplari costruiti della Vallelunga, oggi potrebbero non bastare 300mila euro.  

Caterham da record

La Caterham Seven “Superleggera” R500 dal peso di 506 chili (46 in meno della versione tradizionale) è stata in grado di stabilire nel 1992 il record di accelerazione 0/100 (attualmente in mano alla Bugatti Veyron), fermando il tempo sotto i 3 secondi. Prestazioni ottenute anche grazie al motore Ford Duratec da 2 litri capace di erogare 263 cavalli e spingere la vettura oltre i 250 chilometri orari. Ancora oggi questa piccola monoposto è molto richiesta e costa in media 50mila euro. 

Il vantaggio delle tre ruote

Un altro pezzo da collezione è la Morgan “3 Wheeler” del 2011, una sportiva tre ruote dal peso complessivo di 525 chili per la versione più moderna (Euro 3) alimentata da un motore bicilindrico da 2 litri e 82 cavalli. Si ispira ai modelli tre ruote degli anni ’20 - che non superavano i 450 chili - difficilissimi da reperire. Una Morgan usata in buone condizioni si può acquistare anche a 30mila euro.

Poi troviamo la spider compatta Lotus Elan da 585 chili, l’unico modello della Casa più leggero della Elise (723 chili). Si può trovare sul mercato dell’usato a 20mila euro. Mentre due ex dipendenti del marchio sportivo inglese (Paul Haussauer e John Frayling) hanno progettato la Clan Crusader, sportiva “economica” dal look particolare realizzata con parti del telaio in fibra di vetro per contenere il peso intorno ai 600 chili.

Tag

BAC  · Supercar  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La nuova supercar elettrica della Casa croata non ha rivali per lprestazioni. Potenza di 1.408 chilowatt (1.914 cavalli), tocca i 412 chilometri orari