Ultimo aggiornamento  25 ottobre 2021 09:50

F1, lo sfogo di Hamilton: "Il denaro è re".

Umberto Zapelloni ·

La Formula 1 pensava di passar indenne dal coronavirus. Pensava che scappando in Australia potesse farla franca e continuare come nulla fosse. Invece, poco dopo le parole durissime di Lewis Hamilton, è arrivata la notizia che la McLaren aveva deciso di ritirarsi. "McLaren Racing ha confermato questa sera a Melbourne il suo ritiro dal Gran Premio d'Australia di Formula 1 (previsto per domenica 15 marzo), dopo che uno dei suoi membri è risultato positivo al coronavirus. Questa persona era stata isolata non appena mostrati i primi sintomi ed ora sarà curato dalle autorità mediche locali". Recita il comunicato del team inglese che poi aggiunge: "Il team si è preparato per questa eventualità ed è pronto a supportare i suoi dipendenti che entreranno in un periodo di quarantena. Il team sta cooperando con le autorità locali per agevolare tutte le investigazioni e le analisi".

"Il Ceo Zak Brown ed il team principal Andreas Seidl hanno informato la Formula 1 e la FIA della loro decisione questa sera. La decisione è stata presa non solo per prendersi cura dei dipendenti e dei partner della McLaren, ma anche dei team concorrenti, dei tifosi e degli azionisti della Formula 1" , conclude il team passando la palla alla Formula 1. Nelle prossime ore si deciderà il da farsi. Ma certo è difficile che il carrozzone possa continuare come se nulla fosse. 

"Molto sorpreso"

Prima di McLaren, l’unico ad aprire gli occhi in mezzo a tanta indifferenza era stato, come spesso gli capita, Lewis Hamilton: “Sono molto, molto sorpreso dal vederci tutti qui, è bello poter gareggiare, ma per me è scioccante che siamo tutti seduti in questa stanza. Ci sono molti fan in pista già oggi. Sembra che il resto del mondo stia reagendo, probabilmente un po’ in ritardo, stamattina abbiamo sentito Trump chiudere i confini dall’Europa agli Stati Uniti. L’Nba viene sospesa e la F1 continua ad andare avanti. Il denaro è re”.

Il re è chiaro. Chiede quasi: ma che ci facciamo qui? “Ho visto Jackie Stewart questa mattina in forma, sano e in salute, così come altre persone anziane nel paddock. È decisamente preoccupante per me, pensando anche che cinque membri di squadre di Formula 1 siano già stati sottoposti ai test per il coronavirus. Cosa possiamo dire?”.

"Come fosse una giornata normale"

Lewis ha una sola risposta: “Money is the king, il Re denaro, non posso aggiungere molto, ma non posso evitare di dire la mia opinione. Posso solo esortare a prendere tutte le precauzioni possibili, cosa che non ho visto fare oggi mentre camminavo per venire in pista. Ho visto tutto procedere come al solito, come se fosse una giornata normale, spero solo che alla fine del weekend non ci siano brutte notizie”.

Tag

F1  · Mercedes  · 

Ti potrebbe interessare

· di Umberto Zapelloni

La decisione è stata presa dopo che un esponente della McLaren è risultato positivo al Covid-19 e la stessa scuderia britannica aveva annunciato il ritiro dalla gara

· di Umberto Zapelloni

A Silverstone la presentazione della nuova W11. La monoposto anglo-tedesca vuole continuare a dominare come fa dal 2014. Magari ispirandosi alla Rossa