Ultimo aggiornamento  26 ottobre 2020 23:12

Bmw, esce di scena la i8.

Paolo Odinzov ·

Fine di un’epoca, se ne apre un’altra. Bmw ha confermato che terminerà la produzione della sportiva ibrida plug-in i8 per concentrare le sue attività di ingegneria, sviluppo e produzione su una nuova gamma di auto a batteria, tra cui il suv compatto iX3 atteso sulle strade entro l’anno e i modelli a zero emissioni i4 e iNext presentati nella versione definitiva nel 2021.

200 esemplari finali

Lo stabilimento di Lipsia (Germania) cesserà di produrre la i8 a metà aprile, primo di farlo verranno prodotte 200 unità della vettura nella particolare versione “Ultimate Sophisto Edition” destinata ad andare a ruba tra i collezionisti.

20mila unità, tra i clienti molti personaggi famosi

La i8 è stata presentata come prototipo al Salone di Francoforte del 2009 e ha debuttato nel 2014 per poi essere presentata nella seconda generazione nel 2018 quando alla gamma è stata aggiunta anche la versione Roadster a cielo aperto.

In tutto la tedesca è stata prodotta fino ad oggi in 20mila unità vendute in tutto in tutto il mondo, soprattutto negli Usa, ed è subito diventata un modello prediletto da vip e personaggi famosi inclini a una nuova mobilità ecologica. Come l’attore Pierce Brosnan, oppure la pop star Khalid che ha addirittura collaborato con Bmw per un’esemplare su misura da lui stesso personalizzato con una particolare colorazione della carrozzeria.

Con lei un nuovo corso

La i8 ha inaugurato per Bmw il brand “i” dedicato alla mobilità sostenibile, facendo da apripista nella gamma del costruttore a una intera serie di modelli “verdi” - tra cui anche l’elettrica pura i3 - evoluta nel tempo e che porterà la Casa di Monaco ad avere entro il prossimo anno più di un milione di auto elettrificate sulle strade.

Scocca in carbonio come una F1

Caratteristica della i8 è la scocca realizzata completamente in carbonio come quella di una Formula 1, sulla quale è montato un sistema ibrido plug-in da 369 cavalli, (357 nella prima generazione) che prevede l’accoppiata tra un benzina tre cilindri turbo da 1.5 litri e un motore elettrico a bassa potenza.

Se da una parte però il tutto, unito al design decisamente d'impatto della carrozzeria con le porte ad ala di gabbiano, è stato al debutto motivo del successo della i8, rarissime erano all’epoca le sportive con un telaio simile e un motore ibrido plug-in. Oggi il prezzo elevato, circa 150mila euro, e le prestazioni basse rispetto a quelle di auto della stessa categoria, rendono la vettura poco competitiva nel mercato. Ecco perché già diversi mesi fa Bmw aveva annunciato la volontà di mandarla in pensione. A sostituirla sarà una supercar sviluppata sulla base dei concept Vision M Next, svelato lo scorso settembre, per vederla bisognerà però attendere ancora parecchio, almeno 3 o 4 anni.

Tag

BMW  · Bmw i8  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La prima ibrida plug-in di Monaco va in pensione e probabilmente non verrà sostituita. Un modello fuori dagli schemi ma troppo costoso nella produzione e dal listino stellare

· di Luca Gaietta

La Casa tedesca ha scelto il produttore 3T di Bergamo per realizzare una Gravel Bike esclusiva da inserire nella sua gamma di prodotti lifestyle.

· di Luca Gaietta

Secondo la rivista Autocar, la realizzazione della supercar ibrida plug in della Casa tedesca verrà fermata ad aprile. La probabile erede potrebbe derivare dal concept Vision M...