Ultimo aggiornamento  08 dicembre 2022 01:08

Suzuki: la Ignis è più ibrida.

Paolo Odinzov ·

La gamma di Suzuki si arricchisce con la nuova Ignis Hybrid. Rispetto alla precedente generazione, la giapponese ora propone un inedito motore 1.2 Dualjet da 83 cavalli e 107 newtonmetri di coppia - disponibile anche con alimentazione Gpl - abbinato ad un sistema di ibridizzazione leggera mild hybrid, con una batteria che ora è stata portata a 10 ampere/ora rispetto ai 3 della versione precedente. La soluzione permette di incrementare il contributo elettrico e di raggiungere migliori prestazioni e una maggiore riduzione di consumi ed emissioni - stando ai dati dichiarati - fino a 3,9 litri ogni 100 chilometri e 89 grammi di CO2 per chilometro.

Assetto rialzato

Nell’aspetto la nuova Ignis Hybrid ha un'altezza da terra incrementata di un centimetro e si distingue all'esterno per alcuni elementi sulla carrozzeria, come la griglia anteriore a 5 elementi e i paraurti con finiture argentate, che accentuano ulteriormente l'immagine da suv del modello.

Dotazioni hi-tech e sicurezza al top

L'abitacolo ha una connotazione più sportiva, data dalle superfici nere sulla plancia, e offre di serie numerose dotazioni: tra cui il sistema d’infotainment con schermo touch da 7 pollici, associato alle interfacce Apple CarPlay e Android Auto.

L'equipaggiamento di sicurezza è ricco e comprende, tra gli altri, retrocamera, cruise control con limitatore di velocità, frenata di emergenza automatica, mantenimento di corsia e rilevamento della stanchezza del conducente.

La Suzuki Ignis Hybrid è già disponibile: il listino parte da 16.500 euro e comprende anche versioni a trazione integrale 4WD e con cambio automatico Cvt.

Tag

Ignis Hybrid  · Suzuki  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Il costruttore chiude l'anno fiscale con perdite minori e distribuisce un dividendo maggiore di quello dell'anno scorso. Ora rincorre l'elettrificazione con l'aiuto di Toyota