Ultimo aggiornamento  31 ottobre 2020 15:05

Ford: occhio ai ciclisti (VIDEO).

Linda Capecci ·

Ford ha sviluppato Exit Warning, un dispositivo grazie al quale conducenti e passeggeri potranno essere avvisati dell'arrivo di una bicicletta prima che sia troppo tardi. La portiera di un'auto in sosta che si spalanca all'improvviso è l'incubo di ogni ciclista e causa di gravi incidenti. Non riuscire a prevenire il cosiddetto "dooring" è un vero paradosso, in un'epoca di auto intelligenti e sempre più autonome. 

Lo specchietto che avvisa

La Casa americana ha presentato il concept in un video, sul proprio canale YouTube. Exit Warning sfrutta i sensori del veicolo e le informazioni degli angoli ciechi: nel caso in cui una due ruote arrivi all'improvviso, sarebbe impossibile non accorgersene.

Il sistema attiva un avviso sonoro e accende una serie di led rossi posizionati intorno allo specchietto retrovisore, per attirare l'attenzione del conducente e del ciclista. Inoltre, in caso di pericolo impedisce di aprire completamente la portiera; un'opzione questa, disattivabile in caso di emergenza.

Un giubbetto che fa le facce

Exit Warning, esordisce a meno di un mese dal lancio di un altro prototipo Ford nato con lo scopo di tutelare i ciclisti: l'Emoji Jacket. Si tratta di un giubbetto che presenta un grande display posteriore con connessione wireless connesso al manubrio, in grado di segnalare agli altri utenti della strada diversi tipi di informazione: cambio di direzione, avviso di fare attenzione, e stato d'animo (felice, triste, ecc., da qui il nome). 

Entrambi i dispositivi sono stati sviluppati nell'ambito della campagna "Share the road" del costruttore americano, nata per incrementare la sicurezza, ridurre l'impronta ambientale e la congestione stradale.

E se quella del giubbetto è una trovata che qualcuno potrebbe trovare stravagante, lo specchietto sembra una soluzione semplice, pronta ad esordire sul mercato, magari come optional.

Tag

Bicicletta  · Ciclisti  · Ford  · Sicurezza stradale  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Nel suo report mensile sui progressi della sperimentazione delle auto robot la società di Mountain View svela i nuovi sistemi per proteggere gli utenti delle due ruote