Ultimo aggiornamento  09 luglio 2020 14:04

Sharengo in pausa a Roma.

Linda Capecci ·

Sharengo ha sospeso temporaneamente l'attività di car sharing nell'area di Roma: vuole rinnovare la propria flotta, che continuerà ad essere 100% elettrica. La società non ha ancora specificato quando tornerà operativa nella capitale, ma prevede di riattivare i servizi dopo il 30 aprile.

Offerte estese

Per i clienti che hanno indicato Roma come città di preferenza, Sharengo ha esteso la validità dei pacchetti già acquistati al 31/12/2020. In attesa che il servizio venga ripristinato a Milano e nella capitale, come segnalato nell'apposita app, gli utenti possono continuare a usufruire normalmente del servizio nella città di Firenze.

Tra gli obiettivi dell'azienda c'è quello di ritirare dalla flotta i veicoli che hanno superato i 4 anni di età e controllare qualità e integrità strutturale delle vetture operative affinché Sharengo sia in grado di stabilire gli investimenti necessari a mantenere costante la qualità dei propri servizi nel corso dei prossimi anni.

Altri obiettivi

La società prevede poi di installare sui propri veicoli delle Black Box: dispositivi che permettono di tutelare gli utenti e le stesse vetture dall'elevato numero di atti vandalici e di sinistri a cui sono sottoposte. La compagnia ha purtroppo riscontrato molti problemi in quest'ambito e anche ultimamente ha postato sui propri canali social delle foto a testimonianza dei danni subiti.

E’ importante ricordare che Sharengo oltre a rinnovare la propria flotta sta collaborando con l'Assessorato alla Mobilità per aumentare le infrastrutture di ricarica che ad oggi non sono ancora sufficienti a coprire il fabbisogno di una città come Roma

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Emergenza coronavirus: la Capitale decide l'apertura anticipata al primo pomeriggio nelle aree a transito limitato Tridente e Centro storico

· di Carlo Cimini

Troppi gli atti vandalici che hanno colpito nei mesi scorsi le elettriche gialle in car sharing. Ora si punta ad installare delle black box a bordo. Si ferma anche a Modena