Ultimo aggiornamento  24 giugno 2021 14:28

Citroën Ami, l'anticonformista (VIDEO).

Edoardo Nastri ·

Citroën guarda al mondo della micro mobilità urbana con Ami, quadriciclo leggero a propulsione elettrica ispirato alla Ami One, concept car che il marchio francese ha presentato al Salone di Ginevra 2019. Un veicolo anticonformista pensato per piccoli spostamenti in grandi metropoli, che fa rivivere lo spirito d'innovazione che ha caratterizzato la storia di Citroën.

Compattissima, leggera e squadrata (2,41 metri di lunghezza, 1,39 di larghezza e 1,52 di altezza per 485 chili di peso), la Ami è mossa da un motore a zero emissioni alimentato da un piccolo pacco batterie da 5,5 chilowattora che le garantisce un’autonomia di circa 70 chilometri.

Facile come un elettrodomestico

A differenza della Twizy di Renault, quadriciclo riconducibile agli stessi principi ispiratori, l'abitacolo dell'Ami è chiuso, con un conseguente aumento di fruibilità e sicurezza. La Ami è stata concepita per essere utilizzata facilmente come un qualsiasi elettrodomestico: si ricarica in circa 3 ore da una normale presa da 220 volt.

Caratterizzata da linee squadrate e superfici simmetriche (scelta che comporta anche un notevole risparmio dei costi per via dell'utilizzo di un unico stampo di lamiera per più pezzi), la vettura ha le portiere incernierate una al posteriore e una all’anteriore, per facilitare l’ingresso degli occupanti. "Ami è stata progettata dall’interno verso l’esterno. Abbiamo sfruttato ogni centimetro di spazio per ottenere un ambiente spazioso nonostante le piccole dimensioni", spiega Pierre Leclercq, responsabile del design Citroën.

Anche condivisa o a noleggio 

Gli interni sono spaziosi ed essenziali. Alla destra del volante c'è un alloggiamento per smartphone, che diventa il sistema d’infotainment di bordo e con cui è possibile navigare e ascoltare musica. “La Ami è un oggetto totalmente personalizzabile con accessori divertenti per aumentare stile e funzionalità”, continua Leclercq.

Per l’utilizzo della vettura il marchio francese ha pensato anche a formule come car sharing o noleggio a lungo termine. Ad esempio in Francia la Ami è disponibile a 19,99 euro per 48 mesi con un anticipo di 2.644 euro e assicurazione esclusa. 

Sarà possibile ordinare l'auto dal 30 marzo in Francia con prezzi che partono da 6mila euro (incentivi inclusi e prime consegne a giugno), e solo successivamente in Spagna, Italia, Belgio, Portogallo e Germania. Il programma di condivisione è ancora in fase di elaborazione: inizierà in primavera a Parigi, con versioni contrassegnate dal logo “Free2Move” per 0,26 centesimi al minuto.

Tag

Auto Elettrica  · Citroën  · Citroën Ami  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Potrebbe essere un crossover - e non più una berlina - con motore elettrico, benzina e diesel, destinata innanzitutto al mercato europeo

· di Valerio Antonini

Presentata al Salone di Ginevra la city car a batteria del marchio francese. Nata per la città e l'uso condiviso è iper connessa e si gestisce tramite app