Ultimo aggiornamento  05 aprile 2020 15:23

Nuova Audi A3, bottiglie riciclate per i tessuti.

Linda Capecci ·

La quarta generazione dell'Audi A3 ha rivestimenti ecosostenibili frutto del riciclo di 45 bottiglie in Pet (polietilene tereftalato) da 1,5 litri soltanto per realizzare i sedili e di altre 62 per mettere a punto la moquette. L'obiettivo della Casa è quello di alimentare un modello di economia circolare.

I tessuti degli interni saranno dunque composti per l'89% da plastica raffinata e trasformata in un filato che alla vista e al tatto promette di assicurare gli stessi standard visivi dei rivestimenti tradizionali. Anche gli inserti insonorizzanti e di smorzamento delle vibrazioni e le superfici laterali del bagagliaio saranno parzialmente derivati da materiali residui.

Come si fa

Le bottiglie vuote vengono inserite in un apposito macchinario, poi suddivise in base a colore, dimensioni e qualità di conservazione. Separati i materiali estranei come i tappi, una macina sminuzza la plastica fino a ottenere dei fiocchi, che poi saranno trasformati nel filato destinato alla produzione di tessuti.

Tessuti che per la nuova A3 saranno disponibili in due versioni: Torsion, eventualmente impreziosita da cuciture gialle a contrasto e Puls, variante nero-rossa con cuciture rosse.

Tag

Audi  · Audi A3  · Riciclo  · Sedili  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Presentata la nuova generazione della compatta premium di Ingolstadt. Disponibile per la prima volta anche ibrida plug-in. Consegne a partire da maggio

· di Linda Capecci

È il progetto di Google X, società di Alphabet specializzata nello sviluppo di nuove tecnologie: si protegge l'ecosistema marino utilizzando i software delle vetture senza...