Ultimo aggiornamento  27 ottobre 2020 01:56

Bus elettrici, la carica arriva dall'idrogeno (VIDEO).

Carlo Cimini ·

Il progetto GiantLeap - sostenuto dall'Unione Europea, lanciato nel 2016 - ha terminato lo sviluppo di un dispositivo "a rimorchio" dotato di alimentazione a idrogeno, che ha il compito di estendere l'autonomia di un mezzo di trasporto pubblico elettrico.

Lunga percorrenza

Anche la prima fase di test è appena terminata: le celle a combustibile sono fornite dall'azienda ElringKlinger, mentre gli autobus a batteria sono della Casa olandese VDL. A queste si è aggiunta Bosch che ha contribuito sviluppando un convertitore adatto all'erogazione energetica.

Questi dispositivi sono utili per estendere il raggio di azione dei bus cittadini e trasformarli in veicoli adibiti al trasporto extra urbano permettendogli di coprire tratte regionali più lunghe.

Il "rimorchio" assicura 350 chilometri di autonomia ulteriore grazie a un sistema di raffreddamento e 4 serbatoi che immagazzinano fino a 30 chili di idrogeno. Il consumo stimato è di 8-10 chili per 100 chilometri. Secondo ElringKlinger, l'intera architettura è in grado di funzionare in qualunque situazione o condizione di guida.

Tag

auto a idrogeno  · Autobus a idrogeno  · Autobus elettrici  · Bosch  · GiantLeap  · VDL  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Il governo vara un piano per tagliare 6 milioni di tonnellate di CO2 entro il 2030. Da Michelin e Faurecia nasce Symbio per produrre 20mila sistemi all'anno dal 2022

· di Angelo Berchicci

Presentata la prima motoslitta alimentata da celle a combustibile. L'intuizione di un'azienda specializzata austriaca. "Rendere sostenibile il turismo invernale"

· di Elisa Malomo

Il Paese europeo è il primo al mondo a rendere gratuito il ticket destinato bus, treni e tram. Gli obiettivi: disincentivare l'utilizzo dell'auto privata e contribuire alla lotta...

· di Linda Capecci

La startup Ep Tender ha inventato un carrello che ricarica l'auto durante la guida e presenta un sistema di aggancio adatto a ogni veicolo. In vista un accordo con Renault e Psa