Ultimo aggiornamento  23 giugno 2021 11:42

Bolzano, via libera ai monopattini.

Marina Fanara ·

Bolzano apre le porte a monopattini e segway a batteria. La sperimentazione dei microveicoli parte a marzo e durerà per i successivi 12 mesi. Nel frattempo il Comune predisporrà la segnaletica obbligatoria per legge su regole e aree in cui è ammessa la circolazione dei nuovi dispositivi.

Le aree consentite

In realtà, la legge di Bilancio 2020 ha equiparato i monopattici elettrici alle biciclette, di conseguenza questa tipologia di veicoli già da gennaio scorso può liberamente circolare sulle strade normali con le stesse regole previste per le due ruote tradizionali. La novità del provvedimento della giunta di Bolzano riguarda quindi essenzialmente i segway (dispositivi autobilanciati dotati di manubrio), che potranno circolare, così come i monopattini elettrici, su piste ciclabili, percorsi pedonali e ciclabili, ztl, aree pedonali e in centro città su tutte le strade a 30 chilometri orari.

Multe da 50 a 200 euro

La stessa delibera di giunta ha stabilito anche alcune regole per l'uso dei monopattini a batteria: età minima 14 anni, obbligo del casco  fino ai 18 anni e di indossare indumenti catarifrangenti da mezz'ora dopo il tramonto e in condizioni di scarsa visibilità.

Tra le regole anche l'obbligo di tenere sempre le mani sul manubrio durante la marcia e di procedere in un'unica fila. Vietato il traino così come il trasporto di persone, oggetti o animali. Il Comune specifica che le sanzioni per il mancato rispetto delle norme d'utilizzo variano dai 50 ai 200 euro.

"Finalmente anche Bolzano si occupa di micromobilità", sottolinea il vicesindaco Luis Walcher, "è una risposta in più dalla nostra città all'utilizzo di mezzi innovativi ed ecologici che rispondono alle richieste di moltissimi nostri concittadini".

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Nella cosiddetta "fase 2" della pandemia di coronavirus molte amministrazioni locali vogliono incentivare l'utilizzo dei piccoli mezzi a due ruote. Tutto quello che c'è da sapere

· di Carlo Cimini

La divisione di Ford dedicata alla micro-mobilità, dopo aver operato per molti anni negli Stati Uniti, punta al Vecchio continente: Colonia sarà la prima, debutto in primavera

· di Antonio Vitillo

L'associazione dei costruttori conferma le preoccupazioni per una diffusione incontrollata dei mezzi di micromobilità provenienti da fuori Europa, spesso non sottoposti a controlli...