Ultimo aggiornamento  05 aprile 2020 15:47

Honda Jazz, nuova vita ibrida.

Carlo Cimini ·

La Honda Jazz 2020 sarà venduta solo in modalità ibrida e disponibile in Europa dalla prossima estate con un prezzo di partenza di 22mila euro - da 26.250 per la variante Crosstar - e rientra nella strategia della Casa di elettrificare tutta la gamma entro il 2022.

Il propulsore ibrido comprende due unità elettriche collegate a un benzina 1,5 litri di cilindrata. La potenza è di 109 cavalli e permette alla vettura di raggiungere i 100 chilometri all'ora in 9,4 secondi e una velocità massima di 175 chilometri orari. La nuova Honda Jazz ha tre modalità di guida: EV Drive, Hybrid Drive e Engine Drive, rispettivamente la prima più "conservativa" nei consumi, la seconda "standard" e l'ultima per sfruttare la massima potenza.

Tech e sicura

Gli ingegneri Honda assicurano un comfort a bordo migliorato e una capacità del bagagliaio ampliato che parte da 298 litri e arriva a 1.203 litri con i sedili posteriori abbassati. La nuova Jazz inoltre offre una connettività di ultima generazione che può essere gestita attraverso un touchscreen intuitivo. Lo smartphone può essere collegato tramite Android Auto e Apple CarPlay integrati. Il guidatore può utilizzare inoltre anche i comandi vocali del Personal Assistant Honda che si attiva dicendo: "OK Honda".

Honda Jazz 2020 viene fornita, di serie, di sistemi di assistenza alla guida che sfruttano la fotocamera frontale capace di funzionare anche in modalità notturna e rilevare pedoni e ciclisti. Adaptive Cruise Control e Lane Keep Assist System sono anch'essi inclusi nell'offerta: il primo riconosce i segnali di velocità del traffico e imposta automaticamente il limite di velocità. Il secondo invece avvisa il guidatore se sta oltrepassando la linea continua della corsia.

Tag

Auto ibride  · Honda  · Honda Jazz  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Paternò

La citycar elettrica accelera il piano di elettrificazione di tutti i modelli del costruttore in Europa entro il 2022. Telecamere al posto dei retrovisori esterni, ecco come va