Ultimo aggiornamento  05 aprile 2020 16:17

Export auto: -8% nel 2019.

Marina Fanara ·

L'export italiano di automobili è in forte contrazione: secondo i dati Istat nel 2019 il calo è stato dell'8%, quasi il doppio rispetto al 2018 quando le vendite di nostri veicoli all'estero erano diminuite del 4,8% dopo 8 anni col segno positivo.

"Si tratta del secondo anno consecutivo in flessione", sottolinea l'Istituto di statistica ricordando che nel 2009 il crollo arrivò al 33,5%, la diminuzione più consistente almeno dal 1991.

In calo anche l'import con una flessione pari all'1,3% sul 2018.

Made in Italy, cresce meno

Il dato negativo registrato nel comparto auto si inserisce in un quadro complessivo di esportazioni che, pur mantenendo un andamento positivo, è in frenata: +2,3%, oltre un punto percentuale in meno rispetto al 2018 (+3,6%).

In generale, a spingere le nostre vendite all'estero, sono stati articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+25,6%), prodotti alimentari, bevande e tabacco (+6,6%), articoli in pelle, escluso abbigliamento, e simili (+9,7%) e articoli di abbigliamento, anche in pelle e in pelliccia (+7,3%). Quanto ai mercati, a trainare il made in Italy sono stati per lo più Svizzera e Stati Uniti, vendite in flessione invece verso Cina e Giappone.

Tag

Export  · Import  · ISTAT  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Secondo i dati diffusi dall'istituto nazionale di statistica, si tratta della più forte contrazione nel settore dal 2012. A dicembre la frenata è stata dell'8,6%

· di Linda Capecci

Le vetture a zero emissioni (con ibride e monopattini) rientrano ora tra le spese abituali degli italiani: segno che, nonostante vendite ridotte, l'interesse verso queste soluzioni...