Ultimo aggiornamento  05 aprile 2020 15:41

Hyundai, nuovo accordo elettrico.

Linda Capecci ·

La sudcoreana Hyundai ha firmato un accordo per lo sviluppo di veicoli elettrici con la startup californiana Canoo. È la seconda collaborazione annunciata nelle ultime settimane dalla Casa di Seul e dalla controllata  Kia Motors, che a metà gennaio ha dichiarato che avrebbe investito 110 milioni di dollari in una joint venture con l'emergente britannica Arrival nella produzione di veicoli commerciali a batteria.

Hyundai ha dichiarato che la collaborazione con Canoo è mirata allo sviluppo di veicoli per il trasporto passeggeri a batteria più piccoli, delle dimensioni della compatta Accent.

Come Arrival, Canoo ha realizzato una piattaforma che raggruppa batterie e motori elettrici con componenti del telaio come sterzo, freni, ruote e pneumatici e su cui è possibile montare una varietà di tipi di carrozzeria. Il modello, detto "a skateboard", concepito per essere destinato a privati e flotte aziendali o pubbliche, è stato rivelato lo scorso autunno.

Intese a tutto campo

Negli ultimi mesi Hyundai ha stretto accordi con diverse società di mobilità; da ricordare la joint venture da 4 miliardi di dollari con il fornitore di componenti automobilistici Aptiv che è stata annunciata a settembre, per sviluppare veicoli e sistemi a guida autonoma.

Già in precedenza, Hyundai e Kia avevano effettuato una serie di investimenti in diverse start up del settore trasporti, tra cui la californiana Aurora, specializzata nello sviluppo di tecnologie driverless, Ola in India e Grab a Singapore.

Lo scorso anno il costruttore coreano ha investito 89 milioni di dollari in Rimac Automobili, una società croata che aspira a costruire supercar elettriche, supportata anche da Porsche AG.

Gli obiettivi

Gli investimenti di Hyundai fanno parte di un vasto piano quinquennale da 87 miliardi di dollari per rafforzare le competenze e le attività della Casa automobilistica nel campo dell'elettrificazione, automazione e tecnologie correlate.

Tag

Aptiv  · Arrival  · Canoo  · Hyundai  · Kia  · 

Ti potrebbe interessare

· di Linda Capecci

La start up americana nata nel 2017 accantona il concetto di vettura di proprietà: per avere questo minivan basta un abbonamento mensile, senza vincoli di tempo