Ultimo aggiornamento  11 agosto 2020 12:27

Cina, il coronavirus affonda l'auto.

Angelo Berchicci ·

L’epidemia di coronavirus ha colpito duramente il mercato dell’auto in Cina. Secondo le prime stime della Caam (China Association of Automobile Manufacturers), l’associazione cinese dei costruttori, le vendite a gennaio sono diminuite del 18% fino a 1,61 milioni di unità.

Il calo più intenso dal 2012 

Il dato rappresenta il calo mensile più ampio da gennaio 2012. A generare questa drastica diminuzione hanno concorso le festività per il Capodanno lunare, che nel 2019 sono iniziate prima dello scorso anno, ma soprattutto l’esplosione dell’infezione di coronavirus. Colpiti in maniera ancora più intensa i Nev (New energy vehicles), ovvero le vetture elettriche o ibride plug in, che sono diminuite del 54,4%.

Secondo l’associazione, una parte fisiologica della contrazione è stata provocata dall'inizio delle vacanze, durante le quali i consumatori sono meno propensi a fare acquisti. In un secondo momento, con il diffondersi dell’epidemia, i governi locali hanno emanato direttive volte a limitare gli spostamenti nei luoghi pubblici, andando a incidere sulle vendite nelle ultime due settimane del mese, periodo di solito più favorevole per le concessionarie.

Posticipata la ripresa delle attività

“L’epidemia colpirà duramente la produzione di automobili nel breve periodo e alcune tra le realtà più piccole del settore potrebbero anche collassare. Prevediamo che migliaia di aziende risentiranno sempre più della scarsità di manodopera e materie prime” ha affermato Chen Shihua, portavoce dell’associazione.

Nella provincia dello Hubei, uno dei principali distretti manifatturieri della Cina nonché epicentro del virus, numerosi costruttori, tra cui Dongfeng, Honda, Renault e Peugeot hanno deciso di posticipare il riavvio della produzione dopo le feste a causa delle difficoltà di approvvigionamento.

Amplificato il trend negativo

Gli ultimi sviluppi hanno amplificato un trend generale già negativo: con gennaio si tratta della 19esima diminuzione consecutiva su base mensile. Nel 2019 il mercato cinese ha perso complessivamente l’8,2%, mentre le vendite dei Nev sono diminuite del 4% (con dicembre, settimo calo mensile consecutivo). La stessa Caam per il 2020 ha previsto una riduzione del 2% nelle vendite di veicoli. 

Tag

Cina  · coronavirus  · Mercato auto Cina  · Mercato Cina  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Le vendite del costruttore tedesco partono bene a gennaio ma crollano dopo per effetto della pandemia: -14,9%. Male anche Smart (-78,3%) e i commerciali (-14,9%)

· di Edoardo Nastri

Il 97% delle società della metropoli hanno interrotto la produzione a causa del coronavirus. Dall'11 marzo si ricomincia. La stessa sfida (vinta in parte) che si è giocata in...

· di Edoardo Nastri

Il costruttore della Corea del Sud, secondo paese al mondo per numero di casi di infezione, ha immatricolato 275.044 unità a febbraio. Il dato più basso degli ultimi 10 anni

· di Edoardo Nastri

Gli organizzatori dell'evento hanno fatto sapere che la manifestazione si svolgerà regolarmente e che sono stati valutati tutti gli aspetti sanitari legati al coronavirus

· di Redazione

L'impatto dell'epidemia colpisce anche il settore automotive. Pesante negativo per i veicoli a nuova alimentazione (-51,6%). A febbraio flessione ancora più evidente

· di Edoardo Nastri

La società di stile e ingegneria del gruppo Volkswagen ferma due stabilimenti nella Città metropolitana di Torino dopo che un dipendente è risultato positivo ai test

· di Luca Gaietta

Per combattere l'epidemia di coronavirus, i costruttori Gac e Geely hanno sviluppato dei sistemi filtranti che hanno la stessa efficacia della protezioni facciali N95

· di Angelo Berchicci

La diffusione dell'epidemia ha spinto gli organizzatori a posticipare l'evento a data da destinarsi. Confermato invece quello di Ginevra, dal 5 al 15 marzo

· di Luca Gaietta

Il costruttore ha deciso di sospendere "temporaneamente" la linea della Fiat 500L nella fabbrica di Kragujevac per la "non disponibilità" di alcune componenti non arrivate dalla...

· di Sonia Mercuri

Il ministro cinese dell'industria Miao Wei prevede che le vendite di vetture non supereranno quest'anno i 25 milioni di unità. Rinviato il taglio dei sussidi per le elettrificate