Ultimo aggiornamento  27 ottobre 2020 14:24

Mercato Italia: inizio anno in rosso.

Edoardo Nastri ·

Parte male il mercato dell’auto 2020 in Italia. A gennaio sono state immatricolate 156.301 unità, in calo del 5,8% rispetto al primo mese dell’anno nel 2019 (mancano all’appello quasi 10mila vetture). Una decrescita cui hanno contribuito esclusivamente i canali reali d’acquisto: -13,9% per le vendite ai privati e -17,4% per le aziende (dati dei nostri partner di DataForce). Balzo in avanti per il noleggio a lungo termine che segna un +18%, mentre quello a breve durata cresce del 28,3%. 

Fiat in testa, Volkswagen seconda

Fiat resta al primo posto per vendite e guadagna punti: il marchio ha immatricolato 25.842 unità, il 5,6% in più di gennaio 2019. Cresce anche la quota di mercato, dal 14,8 al 16,6%. La Panda rimane di gran lunga il modello più venduto in Italia, con 14.454 immatricolazioni, praticamente lo stesso risultato del primo mese del 2019. Secondo posto per Lancia Ypsilon con 6.252 vetture, terzo Volkswagen Polo (3.585) praticamente a pari merito con la Renault Clio (3.583). 

Dietro Fiat resta Volkswagen in lievissima crescita: +0,6% a fronte di 15.003 nuove targhe. Poi Peugeot, che però perde il 13,3% e immatricola 9.858 veicoli.Seguono Ford (-18,4%), Citroen (-1,9%) e Opel (-18,5).

Ancora giù le diesel

Anche a gennaio continuano a perdere punti le vendite di vetture diesel (-23,4%), penalizzate sempre di più dalle misure di restrizione della circolazione. Male anche le auto a benzina, in calo del 3%. Complessivamente, 72.642 a benzina contro 52.344 diesel. 

Tra le alimentazioni alternative, crescono del 136,4% le auto alimentate a metano, mentre quelle a Gpl perdono il 21%. Bene le auto a batteria di tutti i tipi: le ibride, tradizionali e mild, sono in crescita dell’73,6% con 14.302 esemplari immatricolati, le plug-in segnano un +277% con 1.341 nuove targhe. Risultato decisamente positivo anche per le elettriche con 1.994 unità targate a gennaio (586,6%).

Fenomeno crossover

Le crossover continuano ad essere le regine del mercato, con una quota del 34,4% contro il 31,6% di gennaio 2019. Piccola ripresa per le station wagon che passano dal 4,2 al 4,6%. Male le monovolume di tutte le dimensioni ormai con una presenza sul mercato minima: piccole (1,8%, compatte (0,9%) e grandi (0,3%). 

Tag

Business  · Mercato auto  · Mercato auto Italia  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Non è effetto da coronavirus, ma in calo sono soprattutto gli acquisti di privati e società. Perdono tutti, bene solo gruppo Volkswagen e boom di Tesla

· di Redazione

A gennaio 2020 calo pesante di auto vendute. Tra i motivi l'aumento delle tasse in alcuni Paesi, la congiuntura negativa e le incertezze legate alla Brexit

· di Edoardo Nastri

Il 2019 chiude bene, anche se le vendite nei dodici mesi sono ferme: +0,3% sull'anno precedente con 1.919.021 veicoli. Fca in testa ma in calo, secondo Psa. Diesel: -178mila targhe