Ultimo aggiornamento  05 agosto 2020 22:06

Bugatti accelera: "Tante sorprese".

Luca Gaietta ·

“Vedrete tante sorprese”, Stephan Winkelmann, amministratore delegato di Bugatti, non si sbilancia  riguardo ai modelli che la Casa di Molsheim presenterà prossimamente. Ma assicura che l’azienda non tradirà le aspettative dei suoi clienti.

La Divo

Quest’anno Bugatti farà uscire dalle sue fabbriche l'esemplare numero 1 della Divo. Prima vettura di una serie limitata di hypercar, realizzate utilizzando carrozzerie personalizzate su misura montate su un telaio pre-esistente. “Un concetto - spiega Winkelmann - che ha suscitato grande interesse con le 40 unità disponibili già tutte prenotate”.

Verrà poi continuata fino al 2021 la produzione della Chiron, per la quale sono ancora disponibili meno di 100 delle 500 unità programmate. E proprio l’erede di questa potrebbe essere presentata nei prossimi mesi, continuando nella tradizione del marchio incline da sempre a proporre automobili super sportive capaci di porsi come punto di riferimento non solo per le prestazioni ma anche per la esclusività.

Un suv elettrico per tutti i giorni

Nel futuro della Bugatti, secondo voci non ufficiali ci potrebbe poi essere anche un modello adatto alla guida di tutti i giorni. Nello specifico un suv elettrico cui il costruttore starebbe già lavorando sviluppando da zero il telaio, non ritenendo idonee le piattaforme Volkswagen a realizzare un’auto fedele alla immagine di lusso del marchio.

Lo stesso Winkelmann, riferendosi alle vetture a batteria, ha però detto che un veicolo della categoria Bugatti dovrà essere in grado di ricaricarsi alla stessa velocità di una normale auto a benzina. Il che, visti gli attuali standard nel settore, farebbe pensare che l’auto di Molsheim con la spina non arrivi a breve.

Tag

Bugatti  · Chiron  · Divo  · SUV  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa di Molsheim festeggia il suo anniversario con il primo prototipo della Baby II: mini auto elettrica ispirata alla Grand Prix de Lyon del 1924 e prodotta in soli 500...

· di Edoardo Nastri

Le ruote alte hanno successo in tutti i segmenti, compreso quello del super lusso. E ora anche il costruttore francese ci pensa, dopo Lamborghini e Rolls-Royce. Aspettando la...