Ultimo aggiornamento  27 novembre 2020 06:20

Bologna, il car sharing per gli studenti.

Linda Capecci ·

Un'auto condivisa per andare a studiare. L'iniziativa, rivolta agli studenti dell'Università di Bologna che vivono a San Benedetto Val di Sambro, è partita proprio dal comune sull'Appennino in collaborazione con l'Alma Mater Studiorum di Bologna ed Er.Go (Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell'Emilia Romagna).

Per i fuorisede

L'intenzione è quella di incentivare negli studenti fuorisede la ricerca degli alloggi anche al di fuori del capoluogo bolognese, favorendone gli spostamenti tra casa e università.

Il Comune di San Benedetto ha messo a disposizione alloggi di privati a costi competitivi e ha pubblicato un bando per attribuire ai primi quattro studenti che hanno sottoscritto la richiesta un contributo per primi tre mesi di affitto e per l'abbonamento al trasporto ferroviario.

Un accordo pulito

L'Alma Mater ha promosso anche iniziative volte a favorire la mobilità urbana e ha stretto accordi con il Tper (Trasporto passeggeri Emilia Romagna) per offrire agli studenti la possibilità di acquistare a prezzo agevolato l'abbonamento annuale per l'autobus.

Tra i prossimi obiettivi dell'Alma Mater c'è un vero e proprio servizio di car sharing. Intanto - dal 25 gennaio - è stata messa a disposizione degli universitari un'auto a noleggio che potranno utilizzare per gli spostamenti locali anche nei weekend, secondo i principi dello sharing: saranno loro stessi a definiranno le regole della condivisione.

Un progetto più grande

L'Unibo già da tempo si  muove sulla strada dell'ecosostenibilità. Dal 2006, tramite questionario web rivolto a tutto il personale e agli studenti, ogni anno vengono analizzate le modalità e le esigenze di trasporto degli utenti dell'ateneo, secondo la programmazione annuale del Piano degli Spostamenti Casa/Lavoro/Studio, condiviso con l'Amministrazione Comunale.

L'Università di Bologna vuole incentivare l'uso dei trasporti pubblici, bici e auto in sharing, e quindi una mobilità condivisa e più pulita.

Tag

Alma Mater Studiorum  · Bologna  · Car Sharing  · Tper  · Università  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Parte il 27 ottobre l'auto condivisa in modalità elettrica gestita dall'azienda del trasporto pubblico locale: in flotta 120 Renault Zoe, 240 entro marzo 2019