Ultimo aggiornamento  10 luglio 2020 10:29

WeShare allarga i confini.

Angelo Berchicci ·

Importanti novità in vista per WeShare, la rete di car sharing elettrico a flusso libero del gruppo Volkswagen. Nel corso del 2020 il servizio si estenderà ad altre sette città europee. Le prime, dove WeShare verrà attivato già in primavera, saranno Praga e Amburgo, seguite da Parigi, Madrid, Budapest, Monaco e Milano. In ciascuna il servizio metterà a disposizione degli utenti una flotta 100% a zero emissioni, per un totale di 8400 veicoli.

Flotta a zero emissioni

A Praga e Budapest le vetture saranno fornite da Skoda, mentre in Germania, Francia, Spagna e Italia verranno impiegate auto Volkswagen. Nello specifico la flotta sarà composta da e-Golf, e-up! e, appena sarà disponibile, anche dalla nuova ID.3. Nel 2019 WeShare ha fatto il suo debutto a Berlino con 1.500 Golf elettriche, e nel suo primo anno di attività si sono registrati al servizio circa 50mila utenti, la maggior parte dei quali, secondo la compagnia, utilizza le vetture quotidianamente.

Anche le città chiamate a fare la loro

“Per noi il 2020 sarà un anno di grande crescita” ha dichiarato Philipp Reth, ceo della società. ”Siamo convinti che il car sharing di auto elettriche sarà un elemento fondamentale nella transizione ad una mobilità condivisa e sostenibile. Per questo motivo speriamo di ricevere supporto dalle amministrazioni locali, ad esempio prevedendo agevolazioni per la sosta delle vetture durante l'ìutilizzo, o per la predisposizione di aree di parcheggio dedicate, in modo da fornire incentivi ai potenziali clienti”.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Canoni ribassati per gli operatori che offrono veicoli condivisi anche in periferia e oltre il Raccordo anulare, Ostia compresa. Lo prevede una delibera del Campidoglio in vigore...