Ultimo aggiornamento  25 settembre 2020 15:00

Auto, emergenza palladio.

Linda Capecci ·

Il palladio è più prezioso dell'oro e all'industria automotive costa caro: 18 miliardi di dollari nell'ultimo anno, per l'esattezza secondo i dati di Citigroup (società di servizi finanziari di New York) e riportati da Il Sole 24 Ore. Lunedì 20 gennaio il metallo bianco-argenteo ha conquistato il record di quotazione di 2.577,27 dollari l'oncia. Un vero primato, basti pensare che il metallo giallo oscilla invece intorno ai 1.560.

L'impennata dei prezzi

I rincari dei materiali per la produzione di marmitte catalitiche tra cui anche radio – con un rialzo del 60% nel 2020 - e platino, che hanno subito impennate vertiginose, sottraggono il 15% dei flussi operativi alle casse del settore, stando ancora a quanto osservato da Citigroup. Una percentuale che si fa ancora più elevata per i costruttori rivolti al mercato cinese e Usa, che producono molte auto a benzina.

I costi sono cresciuti repentinamente per tutte quelle Case che non si sono salvaguardate con operazioni di hedging (copertura dei rischi nelle operazioni di compravendita): per ogni veicolo con motore a combustione, la spesa è salita a circa 360 dollari. Appena tre anni fa ammontava a un centinaio.

L'impennata è dovuta proprio alla forte domanda dell'industria automobilistica unita al deficit delle risorse minerarie provenienti prevalentemente da Sudafrica e Russia. Sembra, inoltre, che nessun analista abbia un'idea precisa dell'entità delle scorte disponibili.

Possibili rimedi

Secondo Citigroup per quanto riguarda la produzione dei veicoli a benzina, sarebbe relativamente facile sostituire il 25% del palladio con il platino: "Un'operazione che si potrebbe portare attuare nel giro di 18-24 mesi", ha dichiarato la multinazionale. Un cambiamento graduale, di certo non istantaneo.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

I ladri inglesi sempre più spesso a caccia dei tubi di scarico delle auto, specie i suv. Motivo, l'elevato valore dei componenti realizzati con metalli preziosi