Ultimo aggiornamento  29 settembre 2021 00:12

Mercato moto: Cina in crescita.

Antonio Vitillo ·

Secondo quanto emerge dall’analisi di MotorCycle Data, il mercato cinese delle due ruote chiude il 2019 con un incoraggiante +5,5% rispetto all’anno precedente. Tornano a crescere le moto a motore convenzionale, ma cala il segmento delle elettriche.

In totale sono stati 16,4 milioni i veicoli venduti, cifra che include i tricicli e i due ruote commerciali, dato apparentemente positivo che, però, se confrontato con gli ultimi cinque anni, è buono a descrivere uno scenario commerciale stabilizzatosi verso il basso.

Continua evoluzione

Tutto iniziò nel 2015, quando il governo cinese mise al bando la circolazione dei veicoli a due ruote dai centri urbani. Il divieto fu necessario per combattere l’inquinamento, almeno quello causato dall’uso dei motocicli a due tempi, prevalente se raffrontato a quello meno inquinante dei veicoli a ciclo quattro tempi. Perciò, l’anno successivo, nel 2016, le vendite precipitarono ad appena 16,8 milioni di unità, dopo che nel 2014 la Cina raggiunse il record storico di 26,9 milioni di veicoli venduti. È poco rilevante la leggera ripresa del 2017, i 17,1 milioni di motocicli venduti fanno segnare un +2% finale. 

Il 2018 è l’anno in cui la Cina inasprisce la battaglia commerciale con gli Stati Uniti d’America. La domanda interna dei beni di consumo diminuisce, i motocicli venduti scendono a 15,5 milioni, ben 9,1 punti percentuali in meno rispetto all’anno precedente.

Sorpasso India

La Cina non è più leader nel trainare il mercato globale delle due ruote. Primato che spetta all’India, che vende sette milioni di veicoli in più, seconda si attesta la Cina, che tuttavia attualmente influisce per il 24,9% del mercato mondiale, terza l’Indonesia e quarto il Vietnam. È singolare notare come nel piccolo recupero cinese del 2019, vi sia stata una flessione dei due ruote elettrici a favore di quelli a motore termico. Ciò si deve a una politica adottata da più di dieci aree metropolitane cinesi, le quali hanno dovuto vietare sul proprio territorio l’uso senza limiti di ciclomotori e bici elettriche, mettendo così fine alla diffusa pratica di circolare indiscriminatamente su marciapiedi, piste ciclabili e zone pedonali.

Tag

Cina  · Mercato moto  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

La regione Asean registra il numero più alto di sempre di vendite per le due ruote: 14 milioni nel 2018. Indonesia prima. Vietnam il Paese più in crescita