Ultimo aggiornamento  17 febbraio 2020 11:30

Los Angeles, in mostra la moto italiana.

Elisa Malomo ·

Al Petersen Automotive Museum di Los Angeles è in corsa una mostra che espone alcune delle moto italiane più significative degli anni '60 e '70. "Silver Shotgun: Italian Motorcycle Design of the 1960s and 1970s" è stata inaugurata lo scorso 16 gennaio ed è supportata dalla collezione dell'attore Stuart Parr.

Ducati che passione!

Sotto i riflettori di uno dei musei più grandi al mondo, la motocicletta da cui l'esposizione ha tratto ispirazione: la Ducati 450 Desmo Silver Shotgun (il nomignolo fu coniato dalla rivista australiana "Two Wheels"). Quattro cilindri, 750 cavalli e un corpo caratterizzato da una vetroresina color argento a grana grossa che ricopre il serbatoio e la sella. "Non è vernice, è gelcoat", ha specificato il curatore della mostra Paul D'Orleans.

Il modello, oltre che per la colorazione, si distingue anche per la sua linea sportiva. Nell'anno del suo debutto (1971), segnò la rinascita italiana delle due ruote e della velocità dopo la triste parentesi del secondo conflitto mondiale. La Desmo è infatti uno dei primi esemplari del Paese potenziati nella cilindrata in grado di competere con le rivali di quegli anni.

A seguire la Ducati 750 Gt, prodotta dal 1971 al 1974, antesignana delle motociclette della Casa di Borgo Panigale e prima a montare il celebre motore bicilindrico.

"Le più belle del mondo"

A sorpresa c'è anche la Ducati Imola del 1972 di proprietà del giornalista di Autoweek, John L. Stein. La moto è uno dei sette esemplari costruiti in quell'anno. Originale, dal primo all'ultimo bullone.

Vanno ad aggiungersi alla mostra altre ammiraglie storiche: l'MV Agusta 250B, la Mondial 48 Cross V4 del 1970, la Ducati 860, una Moto Guzzi Sport, una Benelli Quattro e tante altre.

"I designer italiani - commenta Paul D'Orleans - hanno rivestito le loro motociclette con una carrozzeria che all'epoca non aveva eguali: erano le più belle del mondo".

Tag

Ducati  · Los Angeles  · Petersen Museum  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Il marchio italiano punta sulla Streetfighter V4 e le Panigale V2 e V4. Aggiornamenti anche per i modelli Monster, Multistrada 1260 S Grand Tour e Scrambler Icon Dark