Ultimo aggiornamento  30 novembre 2020 15:56

Ghosn: "Nissan fallirà entro il 2022".

Redazione ·

"Nissan non ha più di due o tre anni di vita, entro il 2022 andrà in bancarotta". La previsione - non avvalorata da ulteriori dettagli -  sarebbe di Carlos Ghosn, il manager franco brasiliano ora riparato a Beirut dopo essere sfuggito alla giustizia giapponese che voleva processarlo per irregolarità amministrative, false dichiarazioni e violazione della fiducia risalenti al periodo in cui era presidente e amministratore delegato del marchio di Yokohama.

Tutto in un libro

Ghosn avrebbe fatto questa rivelazione a Nobuo Gohara, uno dei suoi avvocati difensori, durante una conversazione avvenuta in preparazione delle udienze del processo - fissate per la primavera di quest'anno - a cui il manager si è poi sottratto con la rocambolesca fuga in Libano. E' stato proprio Gohara a dichiararlo durante una conferenza stampa che ha tenuto a Tokyo, precisando di "avere avuto il permesso dal manager di rivelare questo dettaglio".

L'avvocato ha confermato di aver incontrato Ghosn cinque volte in un periodo di due mesi, per un totale di 10 ore di conversazioni, l'ultima avvenuta solo due giorni prima della fuga, "anche per un libro che intendeva scrivere entro l'inizio del processo". Un libro, ha sottolineato, che ora probabilmente non vedrà mai la luce.

Gohara è un personaggio molto noto in Giappone. Commenta regolarmente le questioni giudiziarie del suo Paese in frequenti apparizioni televisive e su dei blog. Dopo l'arresto di Carlos Ghosn, aveva aspramente criticato quello che ha definito "un sistema che fa dei sospetti degli ostaggi della giustizia".

Ghosn si è sempre dichiarato innocente e ha parlato di "complotto" ai suoi danni, confermando di aver scelto la via della fuga convinto che in Giappone non avrebbe avuto garantito un processo equo. Nessun portavoce di Nissan a Tokyo ha, per ora, voluto commentare le affermazioni dell'avvocato Gohara.

Tag

Carlos Ghosn  · Giappone  · Nissan  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Fuggito dal Giappone come in un film, l'ex boss di Renault e Nissan annaffia rose nel suo giardino. Per lui un mandato di cattura internazionale e un silenzio che potrebbe presto...

· di Paolo Borgognone

L'ex numero uno di Renault-Nissan parla ai media dopo la fuga dal Giappone. Contesta le accuse di illeciti finanziari e rivela: "Nel 2017 trattavo una fusione con Fca"