Ultimo aggiornamento  18 febbraio 2020 20:51

Genesis, la difficile sfida di Hyundai.

Paolo Odinzov ·

A volte per diventare premium ci vuole un suv o, perlomeno, così credono alla Hyundai. La Casa coreana ha infatti presentato il primo veicolo a ruote alte che dovrebbe spingere le vendite del marchio Genesis. Ovvero il brand di lusso ideato dal costruttore nel 2015 destinato a fare breccia soprattutto nel mercato americano (dove conta circa il 30% delle vendite totali). E che al momento, con sole tre berline nella gamma, non è ancora riuscito a decollare per sfidare ad armi pari competitor affermati come Lexus di Toyota, Acura di Honda o le tedesche.

Alla conquista di un pubblico giovane

Ecco allora pronto il GV80: arriverà nelle concessionarie americane entro la fine di marzo per aumentare  le immatricolazioni e provare ad avvicinare al marchio un pubblico giovane. Visto che, stando a quanto emerso da una recente ricerca della società di consulenza californiana AutoPacific, oggi chi compra una Genesis ha un’età media di 62 anni e solo i proprietari di Cadillac e Lincoln sono più anziani.

Showroom separati

Per accogliere al meglio negli Usa il nuovo GV80, Genesis ha recentemente avviato una ristrutturazione della sua rete di vendita con degli showroom in circa 350 concessionari Hyundai, molti dei quali sistemati in strutture completamente separate proprio per esaltare il tono premium del modello e del marchio.

Lo stesso pianale della G90

Derivata dall’omonimo concept presentato dalla Genesis nel 2017, la GV80 condivide il pianale con la berlina G90 ed è segnata nella linea esterna da una evoluzione del family feeling Athletic Elegance che rende subito riconoscibile la vettura con soluzioni come la Crest Grille anteriore. Oppure i gruppi ottici su due livelli Quad Lamps e gli sfoghi d'aria sui passaruota che nascondono cerchi fino a 22 pollici.

Silenzio a bordo

L’abitacolo della vettura prevede invece una plancia a sviluppo orizzontale su tre livelli con la strumentazione digitale davanti al guidatore, e il sistema di infotainment e i comandi di alcune funzioni di bordo su due schermi separati da 14,5 pollici. E, per il massimo comfort, la Genesis GV80 propone diverse tecnologie esclusive tra le quali il Road Active Noise Control che annulla i rumori esterni e del motore generando frequenze opposte.

Guida l'elettronica

La gamma della GV80 proporrà diverse versioni a trazione posteriore e integrale che potranno contare su differenti motorizzazioni, tra le quali due benzina sovralimentati a quattro e sei cilindri e un diesel 3.0 da 278 cavalli, gestibili nelle prestazioni contando anche su numerose tecnologie elettroniche.

Una di queste è lo Smart Cruise Control con Machine Learning in grado di assistere il conducente replicandone lo stile di guida. Basterà il tutto a convincere il mercato?

Tag

Genesis GV80  · Hyundai  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La Casa coreana vuole portare il sub brand del lusso nel Vecchio Continente, prevedendo di allargarne la gamma con suv e crossover, anche elettrificati