Ultimo aggiornamento  18 febbraio 2020 19:17

Fca, un'Europa difficile.

Edoardo Nastri ·

Fiat Chrysler ha chiuso il 2019 senza raggiungere la quota del milione di auto vendute. Secondo i dati rilasciati dall'Acea - l'associazione dei costruttori europei presieduta dall’attuale ceo di Fca Mike Manley - il gruppo italo americano ha consegnato nei dodici mesi dello scorso anno 946.571 veicoli, il 7,3% in meno rispetto allo stesso periodo del 2018 (1.021.205).

Segno meno anche per la quota di mercato, che si è conseguentemente abbassata passando dal 6,5 al 6%. Soffrono tutti i marchi del gruppo, tranne Lancia che incrementa le vendite del 20,6% (prevalentemente concentrate in Italia) e targa 58.938 veicoli contro i 48.859 del 2018.

Segno meno per Fiat

Fiat ha subito una contrazione delle vendite del 7,2% fermandosi a 659.622 vetture. Effetti diretti anche sulla quota di mercato dal 4,6 al 4,2%. Bene comunque il principale modello del marchio torinese: secondo i dati forniti dal costruttore, le immatricolazioni della Panda hanno superato le 185mila unità, in crescita del 9,2%, raggiungendo una quota del 14,4%.

A dicembre tuttavia sono cresciute le consegne di tutti i modelli del marchio: 500 (+20,5%), Panda (+10,9%), Tipo (+65,2%), 500X (+8%), 500L (+20,2%), Doblò (+295,8%) e Qubo (+147,15%).

Male anche Jeep e Alfa Romeo

Jeep è il brand del gruppo Fca che ha perso meno punti. Il marchio americano ha immatricolato in Europa 167.118 unità, in leggero calo rispetto alle 168.652 del 2018 (-0,9%). La quota di mercato è rimasta fissa all’1,1%. Tra i modelli, bene il suv compatto Renegade che ha registrato un aumento delle vendite del 9,9% nel 2019.

Alfa Romeo soffre e perde il 35% nell’anno a fronte di 53.876 immatricolazioni, contro le 82.943 del 2018. La quota di mercato si è così abbassata, passando dallo 0,5 allo 0,3%. Un risultato negativo nonostante le 4.100 unità targate a dicembre (+1%) e la crescita della Stelvio del 30% sempre nel dodicesimo mese dell’anno. 

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Luca Bevagna

Fiat Chrysler ha presentato i risultati finanziari dello scorso anno: nonostante le parole del ceo, l'utile è in calo. Coronavirus: rischio stop stabilimento europeo

· di Redazione

Lo scorso anno le vendite di auto nel Vecchio Continente sono salite dell'1,2%. Bene Germania (+5%) e Francia (+1,9%), Italia avanti piano (+0,3%). Vola Volkswagen (+5%), Fca -7,3%