Ultimo aggiornamento  24 febbraio 2020 20:23

Auto d'arte alla tedesca.

Elisa Malomo ·

La Germania è un paese dove l'espressione e la ricercatezza artistica hanno spesso viaggiato su quattro ruote, in edizione limitata. Nel corso degli anni alcune Case tedesche hanno trasformato le proprie auto in tele d'autore, grazie ad artisti di fama internazionale che ne hanno decorato le livree utilizzando – oltre che le vernici – anche una buona dose di creatività.

Linee, numeri, parole e macchie di colore, purché il risultato fosse un'opera d'arte. Naturalmente su ruote.

Il movimento avanguardista di Bmw

La recente scomparsa di John Baldessari, artista concettuale e designer statunitense, ha calamitato l'attenzione degli appassionati del settore sul suo contributo all'automotive. La sua irruzione nel mondo dei motori collimò con il progetto Bmw Art Cart. Per l'occasione la Casa tedesca gli commissionò il design della M6 Gtlm, la sportiva da 585 cavalli che partecipò alle 24 ore di Daytona del 2016 e che ottenne l'ottava posizione: “L'opera d'arte più veloce che abbia mai creato”, commentava Baldessari.

Il progetto partì nel 1975 per volere dell'ex pilota francese Hervé Poulain e aveva lo scopo di realizzare opere d'arte basate su veicoli da corsa e di serie: fra gli artisti che parteciparono alcuni nomi del calibro di Roy Lichtenstein, Robert Rauschenberg, Frank Stella.

Anche Andy Warhol collaborò e, in soli 24 minuti, trasformò la M1 in una versiona da competizione che alla 24 ore di Le Mans del 1979 arrivò, con stile, sesta al traguardo.

La vena pop di Mercedes

La Casa di Monaco di Baviera non è stata l'unica ad aver corteggiato il padre della pop-art americana. Anche Mercedes si affidò alla sensibilità artistica di Warhol commissionandogli un quadro della 300sl coupé, in occasione dei cento anni della vettura.

Il risultato finale confermò il genio dell'americano. L'opera impressionò – in positivo - i tedeschi a tal punto da affidare all'artista un altro incarico. Questa volta al talento dell'americano fu richiesta la riproduzione di un'intera serie per celebrare la storia del design del marchio: 80 auto per 20 modelli, dalla Benz Patent-Motorwagen (1885) alla C111 (1969).

La prematura morte di Warhol impose una battuta d'arresto alla produzione che vide ultimate 35 serigrafie e 12 disegni di 8 modelli, a fronte degli ottanta stabiliti al momento dell'ingaggio. Un patrimonio esiguo, rispetto al progetto iniziale, ma dal valore inestimabile.

Altri progetti artistici

Nella patria di artisti del calibro di Egon Schiele, Ernst Ludwig Kirchner e Walter Adolph Gropius (fondatore della Bauhaus), altri costruttori hanno trasformato le proprie auto in tele d'autore. Fra questi Audi che, in occasione dell'Art Chicago del 2007, presentò la Rs4 creata da Romero Britto, pittore, scultore e serigrafo brasiliano neo-pop.

C'è anche Porsche. Il marchio di Stoccarda allestì nel 2011 una mostra di 24 cofani “artistici” della 911 gt2 realizzati da Jorge Goméz e altri 19 artisti sudamericani. Tedesche dal cuore artistico.

Tag

Andy Warhol  · BMW  · Bmw Art Cart  · 

Ti potrebbe interessare

· di Linda Capecci

Il 16 febbraio Alatri, in provincia di Frosinone, ospita un raduno di vetture storiche a cura dell'Automobile Club locale e un'installazione di "art car"

· di Paolo Odinzov

Il nuovo suv elettrico tedesco sarà capace di percorrere fino a 440 chilometri con una sola carica. Entrerà in produzione il prossimo anno nella fabbrica cinese di Shenyang

· di Paolo Odinzov

La Casa tedesca porta all'importante fiera tecnologica una versione della sua compatta elettrica modificata nell'abitacolo per soddisfare ogni esigenza negli spostamenti