Ultimo aggiornamento  29 settembre 2020 17:09

Honda, guida autonoma di livello 3 nel 2020.

Luca Gaietta ·

Honda potrebbe lanciare il suo primo sistema di guida autonoma di livello 3 il prossimo anno in Giappone. A dirlo è il magazine nipponico Nikkei Asian Review, secondo il quale la tecnologia permetterà diverse funzioni innovative e consentirà ai conducenti di staccare le mani dal volante e distogliere lo sguardo dalla strada.

Gli studi sui prototipi

Già lo scorso anno la Casa giapponese aveva mostrato alcuni prototipi che sfruttavano tecnologie avanzate di guida autonoma. Primo fra tutti l’Autonomous Work Vehicle presentato al Ces di Las Vegas e pensato come mezzo da lavoro da impiegare anche come supporto per il soccorso e la perlustrazione in luoghi colpiti da tragedie e calamità naturali.

Il debutto sulla berlina Legend

Stando a quanto riferito da Nikkei Asian Review, Honda farà debuttare la nuova tecnologia sulla berlina Legend in Giappone per poi espanderla gradualmente su modelli alto di gamma commercializzati al di fuori del mercato d’origine. Tra questi le vetture del brand Acura proposte negli Stati Uniti. Pur se oltreoceano big dell’auto come Gm o della tecnologia come Waymo di Alphabet hanno al momento ridimensionato i loro piani di espansione nel campo della guida autonoma.

Tag

Guida Autonoma  · Honda  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Paternò

La citycar elettrica accelera il piano di elettrificazione di tutti i modelli del costruttore in Europa entro il 2022. Telecamere al posto dei retrovisori esterni, ecco come va

· di Luca Gaietta

La Casa giapponese presenta alla fiera americana della tecnologia un concept che segna la transizione tra auto tradizionali e veicoli autonomi

· di Linda Capecci

La Casa giapponese ha vinto il Premio "Vivere a Spreco Zero". Anche grazie alla "e", la city car che inaugura l'elettrificazione della gamma destinata all'Europa

· di Carlo Cimini

Si rafforza l'intesa nippo-americana per la produzione di auto robot. La Casa giapponese stanzia circa 2,4 miliardi di euro per i prossimi 12 anni